Presunto ritratto di A.P. Annibale

Article

December 7, 2022

Il presunto ritratto di Abram Petrovich Hannibal è un dipinto di un artista sconosciuto, realizzato nella seconda metà del XVIII secolo. Per la prima volta, il ritratto è stato presentato al grande pubblico in una mostra programmata in concomitanza con l'apertura a Mosca di un monumento ad A. S. Pushkin di A. M. Opekushin. Attualmente, il ritratto si trova nel Museo-Appartamento di A. S. Pushkin (San Pietroburgo, terrapieno Moika, 12). Per tradizione, era considerata un'immagine del bisnonno di A. S. Pushkin. Dalla fine del XX secolo, questa ipotesi è stata respinta da alcuni ricercatori. Secondo alcuni, questo è un ritratto del generale in capo dell'artiglieria I. I. Meller-Zakomelsky.

Provenienza

Fino alla metà degli anni 1850, il ritratto fu conservato dal collezionista moscovita del consigliere di Stato V. A. Yuni (1776-1857). Non più tardi del 1857, fu acquistato da Yuni dal direttore dell'Archivio principale di Mosca del Ministero degli affari esteri, il principe M. A. Obolensky. Secondo un parente di M. A. Obolensky, N. N. Obolensky, ha annotato nel suo taccuino la seguente nota sull'acquisizione del dipinto: “ritratto di Abram Petrovich Hannibal. Tenente Generale, insignito dell'Ordine di Vladimir di 1° grado il 16 maggio 1783, dell'Ordine di Giorgio di 3° grado il 27 novembre 1770. Acquistato da Yuni per 10 rubli. Il taccuino non è stato conservato, quindi è stato impossibile verificare la veridicità o l'accuratezza del messaggio di N. N. Obolensky. Dopo la morte di Obolensky (1873), la sua collezione, compreso il ritratto, fu lasciata in eredità all'Archivio principale di Mosca. Il ritratto fu pubblicato per la prima volta nell'Album della Mostra Pushkin di Mosca del 1880. La mostra si è tenuta in concomitanza con l'apertura del monumento ad A. S. Pushkin a Mosca. Il ritratto è stato firmato "Abram Petrovich Hannibal" inizialmente con un punto interrogativo, tuttavia, l'interesse pubblico che ha suscitato ha costretto gli organizzatori della mostra a rimuovere la domanda. F. A. Buhler, che ha sostituito M. A. Obolensky come direttore dell'Archivio principale di Mosca del Ministero degli affari esteri, in una lettera di accompagnamento agli organizzatori della mostra, ha sostenuto che l'immagine trasmessa di “un uomo anziano, molto scuro, con un'uniforme rossa , nel nastro di Sant'Andrea” “è considerato un ritratto di uno degli Annibali, gli antenati di A. S. Pushkin. Nel 1898, una descrizione del ritratto, ma non una sua riproduzione, fu inserita nell'album “Archivio principale di Mosca del Ministero degli Affari Esteri. Ritratti