Potsdam

Article

February 8, 2023

Potsdam (tedesco Potsdam [ˈpɔtsdam], n.-pudd. Podstupim) è una città della Germania orientale, capitale dello stato federale del Brandeburgo, dove ha lo status di città fuori distretto. Situato sul fiume Havel e sulle rive di numerosi laghi interconnessi, 20 km a sud-ovest di Berlino.

Storia

Potsdam fu fondata presumibilmente nel X secolo sul sito del villaggio di Slavik da una tribù di slavi polabiani degli Haveli e fu chiamata "Approccio" o "Stupido". La prima menzione risale al 993, quando l'imperatore Ottone III donò questa terra all'abbazia di Quedlinburg. In futuro, Potsdam fu chiamata città (ora germanica, non slava), finché nel 1345 ricevette lo status di città. Tuttavia, già nel 1573, rimase una piccola città commerciale con una popolazione di 2.000 abitanti. La Guerra dei Trent'anni (1618-1648) inflisse grandi perdite a Potsdam, che distrusse circa metà della città. Il destino di Potsdam cambiò radicalmente nel 1660 quando fu scelta come residenza di caccia di Federico Guglielmo I, Elettore di Brandeburgo. Vi si trovano anche le caserme dei soldati. Successivamente, la città divenne la sede della famiglia reale prussiana. Gli edifici signorili furono costruiti principalmente durante il regno di Federico il Grande. I palazzi e il parco di Sanssouci (dal francese "no worries", architetto Georg Wenceslaus von Knobelsdorff, 1744) sono famosi per i loro giardini all'inglese e gli interni in stile rococò. Mentre Berlino era la capitale della Prussia e poi dell'Impero tedesco, la Corte Suprema rimase nella vicina Potsdam. Inoltre, molte agenzie governative si sono stabilite qui. La città perse il suo status di seconda capitale nel 1918 quando la prima guerra mondiale finì e l'imperatore Guglielmo II fu rovesciato. L'inizio simbolico dell'era del Terzo Reich fu stabilito dalla stretta di mano ufficiale, che fu scambiata tra il presidente Hindenburg e il nuovo cancelliere tedesco Adolf Hitler il 21 marzo 1933 nella chiesa della guarnigione di Potsdam, a simboleggiare la coalizione dei militari (Reichswehr) e i nazionalsocialisti. Il 14 aprile 1945, il centro di Potsdam fu distrutto dalle bombe britanniche. Dal 17 luglio al 2 agosto 1945, il Palazzo Cecilienhof fu sede della Conferenza di Potsdam. Qui, il 26 luglio 1945, fu pubblicata la Dichiarazione di Potsdam della Gran Bretagna, C