Musica popolare

Article

August 18, 2022

La musica popolare è una direzione dell'arte musicale che si è sviluppata dal XVIII secolo. È caratterizzato dalla disponibilità di percezione da parte del pubblico in generale e comprende molti generi musicali diversi.

Storia

L'emergere e lo sviluppo della musica popolare nel XVIII secolo furono facilitati dalla crescita della classe media istruita, che aveva tempo libero e gusto per la composizione di opere musicali, nonché dallo sviluppo della stampa, che contribuì alla nascita di pubblicazioni musicali a basso costo : spartiti di ballate e opere buffe, semplici opere corali - inni, melodie popolari per l'esecuzione domestica di tastiere. Nel XIX secolo, i processi di urbanizzazione, lo sviluppo dell'educazione musicale, la demarcazione della creatività professionale e delle arti dello spettacolo, nonché l'attenzione ai bisogni del pubblico di massa, divennero un catalizzatore per l'ingresso di alcuni elementi della cultura musicale in quotidianità nazionale. Questa volta ha visto un forte aumento del numero di pubblicazioni musicali e un aumento del numero di compositori le cui opere erano originariamente progettate per l'esecuzione amatoriale. Nel 1843, i "Virgin Minstrels" sotto la direzione di Dan Emmett girarono per la prima volta l'Europa, dove ebbero successo. Nel tempo, il loro repertorio, composto da canzoni nere, è diventato una parte indispensabile dei programmi delle sale da musica. Nello stesso periodo, l'americano Stephen Foster (1826-1864) iniziò a comporre canzoni popolari, semplificando notevolmente le melodie per attirare un pubblico più vasto. Le sue canzoni "Parents" e "Ginny with Light Brown Hair" sono diventate dei successi. Nel 1890 emerse una nuova generazione di cantautori americani e il loro posto preferito era il quartiere della 14a strada di New York, noto come Tin Pan Alley, "Jingle Tins Street". Tin Pan Alley era un hub per negozi di musica, editori di spartiti e case discografiche, e il canto e i suoni del pianoforte erano costantemente ascoltati dalle finestre delle case sulla strada. I compositori popolari americani dell'epoca usavano un linguaggio musicale più complesso e il loro lavoro rifletteva principalmente le opinioni degli abitanti della città. Nelle loro opere, hanno prima seguito la tradizione musicale europea�