Età di pensionamento

Article

February 3, 2023

Età pensionabile - l'età di un cittadino stabilita dallo stato, al raggiungimento della quale può richiedere una pensione di vecchiaia. Raggiunto tale età, il cittadino (eventualmente in seguito al soddisfacimento di requisiti aggiuntivi, ad esempio in possesso dell'anzianità di servizio richiesta) ha diritto a diventare beneficiario dei pagamenti del fondo pensione. Allo stesso tempo, molti vogliono continuare a lavorare, ma a volte la regola è "o uno stipendio o una pensione". Se una persona, essendo andata in pensione, smette di lavorare, allora egli stesso cessa di essere un pagatore di contributi pensionistici. In alcuni paesi, il rinvio volontario della domanda viene successivamente riconosciuto con una pensione più elevata. Nelle situazioni quotidiane, per età pensionabile può non intendersi l'età in cui sorge il diritto alla pensione di vecchiaia, ma l'intero periodo di vita da quel momento o, ancor meno strettamente, la vecchiaia in generale.

Storia

Le pensioni hanno una storia antica, sebbene per molto tempo non siano state enormi e di proprietà statale. Tradizionalmente, le chiese e le corporazioni si prendevano cura dei "loro" in Europa; i monarchi assoluti cercarono di prendere l'iniziativa, ad esempio, nel 1598, il parlamento del governo di Elisabetta I stabilì il pagamento delle pensioni agli ex soldati, ma anche misure così limitate non continuarono per tutto il tempo; l'unica salvaguardia contro la povertà era la proprietà della terra. La Legge elisabettiana sui poveri affidò l'assistenza agli anziani disabili al governo locale nel 1601, i pagamenti venivano effettuati dopo la perdita della capacità lavorativa, a condizione che avessero lavorato prima di quel momento. Sebbene l'aspettativa di vita media in Inghilterra fosse allora di circa 35 anni, ciò era dovuto principalmente all'alto tasso di mortalità infantile e coloro che vivevano fino a 15 anni avevano buone probabilità di vivere più di 60 anni. Coloro che “non potevano più lavorare” ricevevano pagamenti pari allo stipendio di un impiegato, ma molti 60 e 70 anni continuavano a lavorare (il censimento del 1570 a Norwich menzionava tre vedove di 74, 79 e 82 anni come già “quasi incapace di lavorare”)... In Europa occidentale, il primo sistema pensionistico pubblico per i militari fu creato in Spagna da Carlo III nel 1762; negli anni 1780, Austria e Svezia introdussero sistemi pensionistici per i dipendenti pubblici. Qualche volta