Centro commemorativo dell'Olocausto degli ebrei della Macedonia

Article

August 18, 2022

Centro commemorativo dell'Olocausto degli ebrei della Macedonia Dedicato all'Olocausto di 7148 ebrei che vivevano nel territorio dell'odierna Macedonia del Nord e alla storia degli ebrei nei Balcani.

Storia

La costruzione del museo è iniziata nel 2005. Il Memorial Center è stato aperto il 10 marzo 2011, esattamente 68 anni dopo che le truppe tedesche deportarono gli ebrei macedoni nel campo di sterminio di Treblinka. Al momento della sua apertura, era solo il quarto centro del suo genere dopo le strutture di Washington, Gerusalemme e Berlino. All'inaugurazione hanno partecipato dignitari della Macedonia del Nord, di Israele e di altri paesi, tra cui il primo ministro macedone Nikola Gruevski, il presidente Gheorghe Ivanov, il vice primo ministro israeliano Moshe Yaalon, i presidenti di Montenegro e Albania Filip Vujanovic e Bamir Topi, membri della Knesset, capi religiosi e diplomatici. Secondo i media della Macedonia del Nord, per la costruzione del museo sono stati spesi 23 milioni di dollari. Il museo commemorativo si trova nell'ex quartiere ebraico di Skopje, che era il centro della vita quotidiana della popolazione ebraica fino alla deportazione degli ebrei nei campi. Il museo si trova dietro il Museo della Lotta Macedone sulle rive del fiume Vardar. Durante i primi tre giorni di lavoro, il Centro è stato visitato da oltre 3.000 persone. Le mostre del museo includono uno dei vagoni merci in cui i nazisti deportarono gli ebrei macedoni e un rotolo della Torah di 500 anni fa.

Note