Le Plongéon, Alice

Article

August 18, 2022

Alice Le Plongeon (nata Alice Le Plongeon, nata Dixon, 1851–1910) è stata una fotografa, scrittrice e archeologa dilettante americana di origine britannica. Nato in una famiglia artistica londinese, suo padre e suo fratello erano entrambi fotografi e pittori artistici. All'età di 19 anni sposò il fotografo e viaggiatore Auguste Le Plongeon, lo accompagnò in lunghi viaggi attraverso il Messico e l'Honduras britannico, che durarono nel 1873-1884. Ha collaborato agli scavi e al fotofissaggio dei siti archeologici di Uxmal, Chichen Itza, Mayapan, le isole della costa orientale dello Yucatan. Ha attivamente promosso le teorie occulte e pseudoscientifiche di suo marito e le ha sviluppate lei stessa nei suoi scritti. Nel 1890 parlò al capo della Società Teosofica, Helena Blavatsky, con una conferenza sulle scoperte nel paese Maya, ma non trovò un linguaggio comune con lei. Negli anni '80 si occupò l'antropologa Laurence Gustave Desmond, che nel 2009 pubblicò una biografia separata di Alice e pubblicò i suoi diari di campo per gli anni 1873-1876, oltre a diverse versioni del catalogo delle fotografie scattate dai coniugi Le Plongeon dell'archivio fotografico di Le Plongeon.

Primi anni di vita e matrimonio (1851-1873)

Londra

Alice era la seconda figlia di Henry Dickson (1820-1893) e Sophia Cooke (1827-1916); in totale, nel loro matrimonio sono nati nove figli. È nata il 21 dicembre 1851 a Regent's Park in 83 Stanhope Street. Henry a quel tempo ha lavorato come incisore in una tipografia, che in seguito lo ha portato al mestiere di fotografo. In seguito divenne un noto fotografo paesaggista e fotografò edifici storici a Londra che erano in pericolo di distruzione. Il suo studio divenne un'impresa redditizia dagli anni '60 dell'Ottocento. Il nonno materno di Alice era il proprietario di un hotel e di una macelleria a Byfleet nel Surrey, e suo zio, il fratello di suo padre, Jacob Dixon (1806-1889), prestò servizio nell'ospedale omeopatico di Great Ormond Street, si prese cura di sua nipote a ogni modo possibile e instillò in lei un interesse per lo spiritualismo. Il resto dei parenti aderiva per lo più all'Unitarismo, ma in generale la religione non occupava molto spazio in famiglia. Il fratello minore Thomas James ha ereditato l'atelier di suo padre e in precedenza ha ricevuto un'educazione artistica a Parigi presso l'Académie Julian nel laboratorio.