Parcheggio Kostenkovskij

Article

February 8, 2023

Il complesso di siti dell'età della pietra di Kostenkovsko-Borshchevo sono siti paleolitici di antichi popoli scoperti nell'area dei villaggi di Kostenki e Borshchevo nel distretto di Khokholsky della regione di Voronezh. I monumenti della cultura aurignaziana sono concentrati qui su un'area molto piccola: più di 60 siti dell'antica età della pietra - siti Kostenki-I-XXI, Borshchevo-I-V (di cui 10 multistrato) occupano un'area di 30 km². Per studiarli e preservarli, nel 1991 la sede di Kostenki del Museo di tradizioni locali di Voronezh è stata trasformata nella riserva-museo archeologico statale di Kostenki.

Storia degli scavi

La scoperta di antichità nell'area di Kostenok è menzionata da SG Gmelin nel suo Viaggio attraverso la Russia (1768), anche se i resti di mammut sono stati trovati qui in precedenza, come indicato dal nome dell'insediamento. L'olandese de Bruin che accompagnò Pietro I nel sud della Russia nel 1703, ad esempio, scrive: “Nella zona in cui ci trovavamo, con nostra grande sorpresa, abbiamo trovato molti denti di elefante, dei quali ne ho tenuto uno per me, per curiosità, ma non riesco a capire come questi denti siano potuti arrivare qui. È vero, il sovrano ci ha detto che Alessandro Magno, passando per questo fiume, come assicurano alcuni storici, ha raggiunto la piccola città di Kostenka, situata a otto verste da qui, e che potrebbe benissimo essere che allo stesso tempo diversi elefanti siano caduti qui , i cui resti e sono ancora qui oggi." Il sito "Kostenki-1" è stato scoperto nel 1879 dall'archeologo russo Ivan Polyakov. Lo scopo degli scavi nel 1881 e nel 1915 (in gran parte non sistematici) era quello di trovare strumenti di pietra. Uno studio sistematico dei monumenti di Kostenkovo ​​è iniziato negli anni '20. Le opere più significative di Kostenki sono state dirette da P.P. Efimenko. Negli anni '30, questo scienziato ha scoperto un'abitazione ora conservata fatta di ossa di mammut (dimensioni 36 × 15 metri, età circa 20 mila anni). Ci sono 12 fosse sul territorio dell'abitazione, che erano usate come ossario. Altre abitazioni dei Kostenkoviti sono allungate; un certo numero di fuochi si trovano lungo l'asse longitudinale. Nella seconda metà del 20 ° secolo, divenne chiaro che Kostenki non rappresentava un insediamento, quindi, nella letteratura scientifica, si può spesso trovare un numero dopo il nome del sito, �