Forze armate dell'Impero ottomano

Article

February 3, 2023

Le forze armate dell'Impero Ottomano sono le forze armate dell'Impero Ottomano, la cui storia è considerata dal momento della formazione dell'Impero Ottomano, all'inizio del XIV secolo, fino alla formazione della Repubblica Turca, nel 1923.

Storia

Il predecessore dell'Impero Ottomano fu il Sultanato Selgiuchide. Nel 13° secolo, parte del suo esercito era composto da schiavi ghulam, che di regola venivano catturati nei possedimenti di confine di Bisanzio o tra i nomadi della regione del Mar Nero settentrionale. L'altra parte consisteva in distaccamenti di ikdish (figli di matrimoni misti di cristiani e musulmani) e distaccamenti di mercenari cristiani. La parte principale era la cavalleria turca. Nel 1209, in connessione con l'inizio delle conquiste mongole, grandi masse di turchi si precipitarono in Asia Minore. Nel 1243, l'esercito selgiuchide fu sconfitto a Köse-Dag e una parte significativa del sultanato fu conquistata dai Mongoli in tre mesi. Successivamente, i sultani divennero vassalli degli ilkhan degli Hulagu ulus. La dinastia selgiuchide terminò nel 1307. Osman I, inizialmente il sovrano di uno dei Beylik, fondò una nuova dinastia ei suoi discendenti nel XIV secolo fecero una serie di importanti conquiste, assorbendo un certo numero di Beylik, conquistando la Tracia e la Macedonia, la Serbia e la Bulgaria. Bayazid I conquistò le terre dell'Anatolia occidentale, Karaman e il Sultanato di Sivas. Nel 1402 fu sconfitto da Timur, che ripristinò l'indipendenza dei Beylik, ma presto furono nuovamente subordinati ai sultani ottomani. Sotto il figlio di Bayazid Mehmed I, si formò finalmente il sistema delle forze armate ottomane.

secoli XIV-XIX

Nel XIV secolo si sviluppò una certa struttura dell'esercito ottomano, che persistette fino al primo terzo del XIX secolo. Sotto Orhan si formarono distaccamenti di fanteria (yay o piade) e cavalleria (myusellem), reclutati da contadini che in tempo di pace erano impegnati nell'agricoltura ed erano esenti da tasse, e in tempo di guerra furono mobilitati e ricevettero stipendi durante le campagne. Nel primo quarto del XV secolo iniziarono a svolgere funzioni ausiliarie. Sotto di lui fu fondato un distaccamento di fanteria di 1000 schiavi convertiti all'Islam, sostenuto dallo stato - i giannizzeri (yeni cheri - un nuovo esercito). All'inizio, la cavalleria leggera di tipo turco, l'akynji, ha svolto un ruolo importante, ma in seguito passa in secondo piano. La struttura delilas del XIV secolo