Baykeev, Mirzadzhan Kuramshievich

Article

August 18, 2022

Mirzadzhan Kuramshievich Baikeev (Tatar. Mirzaҗan Khөrrәmsә uly Baikiev; 1868, Baikeevo, distretto di Krasnoslobodsky, provincia di Penza, Impero russo - 31 gennaio 1942, Leningrado, URSS) - Scultore, restauratore russo e sovietico. Conosciuto come il primo scultore professionista tartaro. Nasce nel 1868 in un villaggio tartaro nel territorio della provincia di Penza. All'età di 17 anni è venuto a San Pietroburgo per lavorare, dove ha trovato lavoro nella bottega dello scultore M. A. Chizhov. Avendo mostrato interesse per la scultura, nel 1893 si diplomò alla Scuola Centrale di Disegno Tecnico del Barone Stieglitz. Dopo aver ricevuto la sua educazione, ha ottenuto un lavoro presso il Museo Statale dell'Ermitage, dove ha lavorato come scultore-restauratore per più di 30 anni. Ha restaurato un gran numero di opere scultoree della collezione del museo, ha partecipato allo sgombero dei reperti durante la prima guerra mondiale e le guerre civili. Parallelamente, era impegnato nella propria modellazione, le più famose delle sue opere sono i busti di Sh. Marjani, G. Tukay, I. Gasprinsky, F. Amirkhan, M. Vakhitov. Nel 1928 gli fu conferito il titolo di "Eroe del Lavoro". Dopo lo scoppio della seconda guerra mondiale, prese parte alla terza evacuazione degli oggetti di valore dell'Ermitage, durante la quale morì nel 1942 sotto i bombardamenti nemici nell'assedio di Leningrado.

Biografia

Mirzadzhan Kuramshievich Baykeev è nato nel 1868 nel villaggio di Baykeevo, provincia di Penza. L'ortografia dei patronimici varia da Kurmashinovich e Kuramshimovich a Kuramshovich e Khuramshevich. Da una povera famiglia di contadini. Conosceva le leggi dell'Islam, studiò nel mekteb del suo villaggio natale, secondo altre fonti - in una madrasa. Fin dall'infanzia amava scolpire animali nell'argilla e si unì all'arte, sebbene sia cresciuto lontano dai centri culturali. In gioventù, ha lavorato nella propria economia del villaggio. Dopo la morte di suo padre, all'età di 17 anni, venne a San Pietroburgo in cerca di lavoro, dove ottenne un lavoro come lavoratore dipendente come un ragazzo (servitore) nello studio dell'artista-scultore M. A. Chizhov. Lui stesso, originario dei contadini, nominò Baikeev uno stipendio permanente, svolgendo un ruolo significativo nel suo destino futuro. Vedendo le capacità artistiche, la diligenza e l'interesse per la scultura del giovane, Chizhov organizzò Baikeev presso la Scuola centrale di disegno tecnico del barone Stieglitz, che