William Herschel

Article

November 28, 2022

William Herschel (Hannover, 15 novembre 1738 – Slough, 25 agosto 1822) è stato un astronomo e compositore tedesco di origine inglese. All'età di 19 anni si trasferì in Inghilterra dove insegnò musica prima di diventare organista. Nel tempo studiò astronomia e divenne famoso per la sua scoperta del pianeta Urano e di due sue lune (Titania e Oberon). Ha anche scoperto due lune di Saturno e l'esistenza della radiazione infrarossa. È anche noto per le ventiquattro sinfonie che ha composto. Fu il primo presidente della Royal Astronomical Society.

Primi anni

Friedrich Wilhelm Herschel è nato ad Hannover, in Germania, figlio di Anna Ilse Moritzen e Issak Herschel. Suo padre era un musicista nella Guardia di Hannover, a cui si unì all'età di quattordici anni. In seguito abbandonò il servizio militare, a causa della sua salute cagionevole, fu accusato di diserzione e in seguito fu graziato dal re Giorgio III nel 1782. Suo padre lo aiutò a trasferirsi in Inghilterra nel 1757, dove iniziò a guadagnarsi la vita come musicista e organista.

Scoperte scientifiche

Astronomia

Intorno al 1766 iniziò a studiare seriamente astronomia e matematica, e finì per acquisire un telescopio, e con sua sorella Caroline costruì telescopi per osservare il cielo notturno. Iniziò a osservare i pianeti e le stelle nel maggio 1773 e il 1 marzo 1774 iniziò un diario, annotando le sue osservazioni degli anelli di Saturno e della Nebulosa di Orione.

Urano

Nel 1781, più precisamente il 13 marzo, durante la sua ricerca di stelle doppie, Herschel notò l'esistenza di un corpo stellare, che inizialmente scambiò per una cometa o una stella. Dopo ulteriori osservazioni giunse alla conclusione che doveva trattarsi di un pianeta, con un'orbita più lontana di quella di Saturno. Nello stesso anno, Herschel ricevette la Medaglia Copley ed elesse Fellow della Royal Society. Nel 1782 fu nominato astronomo di corte. Nel 1787 scoprì due satelliti di Urano.

Altre scoperte in astronomia

La prima delle scoperte astronomiche più importanti di Herschel fu il movimento intrinseco del Sole attraverso lo spazio nel 1783. Osservò attentamente il movimento di sette stelle e dimostrò che convergevano su un punto fisso (che interpretò come l'apice solare). Dal 1782 al 1785 Herschel catalogò le stelle doppie e pubblicò ampi cataloghi, il primo dei quali suggerì che molte di esse potessero essere in moto orbitale relativo. Nel 1793 misurò nuovamente le posizioni relative di molte stelle doppie, dimostrando così la sua ipotesi. Ha anche sviluppato le prime conoscenze sulla costituzione della Galassia. Durante la sua carriera, Herschel scoprì anche due lune di Saturno, Mimas ed Encelado; così come le due lune di Urano, Titania e Oberon, che furono nominate da suo figlio, Giovanni, negli anni 1847 e 1852, molto tempo dopo la sua morte. Nel 2007 le prove presentate dal Dr. Stuart Eves suggerisce che Herschel potrebbe aver scoperto anche gli anelli attorno a Urano. Herschel misurò anche l'inclinazione dell'asse di Marte e scoprì le calotte glaciali marziane, osservate per la prima volta nel 1666 da Giovanni Domenico Cassini e nel 1672 da Christiaan Huygens, cambiate di dimensioni con la stagione del pianeta. Studiando il movimento delle stelle, è stato il primo a rendersi conto che il sistema solare si sta muovendo nello spazio e ha determinato la direzione approssimativa del movimento. Ha anche studiato la struttura della Via Lattea e ha concluso che è piatta, a forma di disco e con il Sole al centro. Fu anche il primo ad usare la parola 'asteroide', che deriva dalla parola greca aster 'stella' + -eidos 'forma, forma', nel 1802 per descrivere l'aspetto simile a una stella delle piccole lune di pianeti gassosi e pianeti .minori. Tuttavia, fu solo nel 1850 che la parola venne usata per descrivere alcuni piccoli pianeti.