voce verbale

Article

January 29, 2023

La voce è data alla forma assunta dal verbo per indicare se il soggetto grammaticale è l'agente o il paziente dell'azione. In portoghese ci sono tre voci verbali: attiva, passiva e riflessiva.

Voce attiva

Nella voce attiva il soggetto è un agente, cioè compie l'azione espressa dal verbo. Esempi: Il giornalista (agente soggetto) ha letto (verbo) la notizia João (agente soggetto) ha rubato (verbo) l'auto.

Voce passiva

Nella voce passiva il soggetto è paziente, cioè riceve l'azione espressa dal verbo. Il praticante dell'azione è classificato come agente del passivo. Solo i verbi transitivi diretti e bitransitivi sono accettati per la trasposizione passiva della voce. Il verbo transitivo indiretto, impersonale, intransitivo, verbo di collegamento o transitivo diretto seguito da un oggetto diretto preposizionato non ammette. Esempio: Il libro (soggetto paziente) è stato scritto da Maria (agente passivo) In portoghese, la voce passiva può essere analitica o sintetica.

Voce passiva analitica

La voce analitica passiva è formata da un verbo ausiliare SER ed, eventualmente, da un altro verbo ausiliare, il participio di un verbo transitivo, una preposizione e l'agente passivo. Esempio: Il lavoro (soggetto paziente) è stato (verbo ausiliario) svolto (verbo in participio) da (preposizione) he (agente passivo) In alcune frasi, l'agente passivo potrebbe non essere esplicito. Esempio: Gli abiti (soggetto paziente) erano (verbo ausiliario) stirati (verbo in participio).

Voce passiva sintetica

La voce passiva pronominale o sintetica è formata da un verbo in terza persona (singolare o plurale) insieme al pronome personale come particella passiva (o pronome passivo), indicante un agente, che di solito non è espresso nella voce passiva sintetica , indeterminato. In questo tipo di costruzione, la particella "SE" è usata formalmente come pronome riflessivo obliquo nella funzione diretta dell'oggetto di un verbo transitivo, che naturalmente è d'accordo con il soggetto. L'uso di "se" come particella passivante non deve essere confuso con i suoi usi come oggetto diretto della voce attiva riflessiva (ad esempio, nella frase "si ferì con un coltello." "si ferì con un coltello . .) o come indicatore di soggetto generico ("qui si vive bene." "qui di solito si vive bene." "qui di solito si vive bene"). Esempio: Le barche sono noleggiate. (voce sintetica passiva) equivale a "le barche sono noleggiate". (voce analitica passiva) ea "qualcuno noleggia barche". (voce attiva), tutti con agente indeterminato. (Distante da te). i vestiti venivano stirati Che è formato da un verbo transitivo diretto in 3a persona, accompagnato dal pronome passivo e dal soggetto paziente. Nel passivo sintetico, l'agente passivo non compare mai e il soggetto viene sempre dopo il verbo. Ad esempio: vengono creati codici indecifrabili. Crea se stessi Crea- VTD (3a persona) se pronome passivo / codici indecifrabili soggetto paziente. Sintetico deriva dalla parola sintesi, che significa “riassunto”.

Voce riflessiva

Nella voce riflessiva il soggetto è allo stesso tempo agente e paziente, cioè pratica e riceve l'azione allo stesso tempo. La voce riflessiva è formata da un pronome obliquo riflessivo ("me", "te", "se", "nos" o "vos") che si riferisce al soggetto stesso. Esempio: Il giornalista si è vestito e si è messo al lavoro.

Reciproco Reciproco Voce

Nella voce riflessiva reciproca, il soggetto è composto, e ciascuno dei suoi elementi compie l'azione descritta dal verbo negli altri. Esempi: Gabriel e Cintia si baciarono. Ci vediamo a scuola.

Voce neutra

I verbi che non sono né attivi né passivi né riflessivi sono detti neutri. Questi sono verbi impersonali e verbi di collegamento. Esempi: Il vino è buono. Qui piove molto.

Osservazioni

Ci sono forme passive con significato attivo. Esempi: È giunto il momento. ( È giunto il momento.) Non ero ancora nato. ( Non ero ancora nato.) Sei un uomo colto e viaggiato. ( chi ha letto e viaggiato) Al contrario, utilizziamo forme attive