Usura

Article

February 1, 2023

Da un punto di vista etimologico, la parola usura deriva da due parole latine: "usus" e "rei" con il senso di addebitare l'uso delle cose. Partendo da una concezione più moderna, l'usura, in breve, è intesa come la riscossione di un compenso abusivo per l'uso del capitale, ovvero, all'atto dell'incasso di un prestito pecuniario (in contanti), vengono addebitati interessi eccessivamente alti, il che danneggia il debitore . Si tratta di una pratica socialmente ripudiata, considerata condotta criminale da diversi ordinamenti, tra cui quello brasiliano (legge sull'usura).

Interessi - Valutazione di base

Prima di entrare in ulteriori discussioni sull'usura, è importante definire i concetti, i tipi e le altre caratteristiche di interesse. Secondo la classificazione di Oscar Joseph de Plácido e Silva: Interessi convenzionali: Denominazione data agli interessi che sono stabiliti o stipulati nei contratti, in modo che siano adempiuti dal debitore, mentre l'obbligazione è in vigore. Viene però intesa in senso più ampio, intendendosi ogni genere di interesse instaurato o stabilito in un contratto, non solo durante la vigenza dell'obbligazione, ma anche per l'inadempimento della stessa, cioè per il suo ritardo. In questo modo possono essere pattuiti anche gli interessi di mora, nelle norme di legge. Pertanto, il carattere dell'interesse convenzionale sta nell'essere lo stesso stipulato nel contratto Interesse legale: Interesse che può essere richiesto in virtù di imposizione o determinazione di legge, anche se non pattuito o contratto Interesse ordinario: È l'espressione che designa l'interesse semplice, cioè l'interesse che non matura o non capitalizza. Sono dovuti per la scadenza del termine, in cui vige l'obbligazione o il beneficio pecuniario, ma non sono computati nel capitale, per cui guadagneranno anche interessi, per convenzione o per legge, per ritardo nel adempiere all'obbligo. Si tratta del cosiddetto interesse di propter mora, ovvero basato su un ritardo imputabile al debitore del debito esigibile. Due elementi, quindi, sono essenziali: il verificarsi di un debito esigibile e il ritardo (a carico del debitore) di non pagarlo rende il capitale, dovuto alla copertura dei sacrifici di astinenza e dei rischi subiti dal creditore; Si distinguono dagli interessi di mora in quanto costituiscono compensazione dell'indebito ritardo nel pagamento. Questa distinzione è particolarmente importante in considerazione del fatto che esiste un trattamento giurisprudenziale anche diverso rispetto a ciascuna di queste tipologie di interessi; occorre osservare la dissomiglianza di natura e la base di esigenza di ciascuna modalità. Secondo José Reinaldo Coser, si esplicita anche l'esistenza dell'interesse "nominale", in cui la variazione dell'inflazione per il periodo e l'interesse "reale" sarebbero embedded. che rivelerebbe, in teoria, il guadagno effettivo (esclusa l'inflazione); l'autore ribadisce inoltre che gli interessi "compensatori" possono essere concordati tra le parti o derivare dalla legge o da una decisione giudiziaria.

Usura - Evoluzione Storica

L'interesse porta con sé fin dall'antichità grandi polemiche e discussioni, e la sua ragionevole accusa (cioè entro i limiti legali accettati da una certa società) o eccessiva (che ha dato origine al concetto di usura) permeano le agitazioni nell'economia e nel diritto fino ad oggi. Inizialmente, va notato che l'usura - come concettualizzato sopra - ha avuto significati diversi nel tempo, motivo per cui il suo studio deve comprendere anche i contesti fattuali e sociali di ciascuna epoca.

Antichità

Insieme a questa piccola premessa, si può notare che ci sono riferimenti al divieto di usura già nel Codice di Hammurabi. Tuttavia, ulteriori spiegazioni sono