Regno di Hannover

Article

February 8, 2023

Il Regno di Hannover (tedesco: Königreich Hannover), che prese il nome dall'omonima città per la sua denominazione nazionale, fu creato nell'ottobre 1814 dal Congresso di Vienna, con la restaurazione del territorio di Hannover al re Giorgio III dopo l'avvento napoleonico Era. . Riuscì nell'ex collegio elettorale di Brunswick-Lüneburg e si unì ai 38 stati della Confederazione tedesca. Il regno fu governato dalla Casa di Hannover, in unione personale con il Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda fino al 1837, prima di essere conquistato dal Regno di Prussia nel 1866. Rianimato brevemente come Stato di Hannover (1946), lo stato in seguito si fuse con alcuni stati più piccoli e formò l'attuale Bassa Sassonia.

Storia

Il Principato di Calemberg, una divisione del Ducato di Brunswick-Lüneburg, fu creato nel 1432 come entità sovrana. La divisione dei territori tra i figli del sovrano, caratteristica del feudalesimo, era pratica comune nel Sacro Romano Impero, come esempio paradigmatico è la Sassonia. Dal 1584 al 1632 Calemberg fece parte del Ducato di Brunswick-Wolfenbüttel e in seguito acquisì una nuova indipendenza con il nome di Ducato di Hannover. Alla fine del 1692 il territorio di Hannover acquisì lo status di Elettorato. L'elettorato di Hannover ebbe il privilegio di scegliere il sovrano del Sacro Romano Impero insieme a Prussia, Boemia, Palatinato, Sassonia, Arcivescovado di Magonza, Arcivescovado di Treviri e Colonia. Con la morte della regina Anna di Gran Bretagna nel 1714, l'Elettore di Hannover divenne Re di Gran Bretagna con il nome di Giorgio I. Da quel momento, fino al 1837, gli interessi della Gran Bretagna e di Hannover furono per l'unione dinastica, sebbene il Il Parlamento di Westminster ha assicurato che nessun esercito britannico fosse utilizzato per difendere gli interessi dell'elettorato. Per tutto il 18° secolo, l'influenza della Casa di Hannover crebbe in Germania. Nel 1705 ricevette il Principato di Lünenburg e nel 1719 i territori di Brema e Verdem. Infine, nel 1803, con la secolarizzazione dei domini ecclesiastici del Sacro Impero, ricevette il Principato Vescovile di Osnabruck. Nel 1803 l'elettorato fu occupato dall'Impero francese, che, nel 1807, lo incorporò nel Regno di Westfalia. L'esercito di Hannover fu sciolto, tuttavia molti soldati emigrarono nel Regno Unito dalla Gran Bretagna e dall'Irlanda, da dove fu creata una divisione di Hannover dell'esercito britannico. Nel 1813 l'elettorato fu restaurato e nel 1814 le potenze europee concordarono al Congresso di Vienna che fosse elevato al rango di regno. Inoltre, Hannover aumentò considerevolmente il suo territorio acquisendo il Vescovado di Hildesheim, nella Frisia orientale, la parte settentrionale del Vescovado di Münster e parte della Contea di Lingen. Nel 1837, con l'ascesa della regina Vittoria al trono britannico, e con il mantenimento della legge salica nel Regno di Hannover, per la prima volta in più di cento anni vi erano diversi monarchi in questi territori. Nel regno di Hannover, il monarca successivo fu Ernest August I, duca di Brunswick-Lüneburg, zio della regina britannica. La vittoria prussiana nella guerra contro l'Austria, nel 1866, significò l'annessione al Regno di Prussia, con il Trattato di Praga (23 agosto 1866), per essersi alleata con l'Austria durante il conflitto. Quindi il re Giorgio V di Hannover dovette andare in esilio nell'impero austriaco. Altri territori ebbero la stessa sorte di Hannover, come l'Elettorato d'Assia, il Ducato di Nassau e la Città Libera di Francoforte. Dal 1866 al 1918 Hannover fu una provincia prussiana e nel 1946 fu incorporata nella Bassa Sassonia con la città di Hannover come capitale.

Vedi anche

Casa di Hannover Elettorato di Hannover Elenco dei re di Hannover Ducato di Brunswick-Lüneburg

Collegamenti esterni

«Die Welfen» (in tedesco) http://www.biografiasyvidas.com/biografia/h/hann