Pretoria

Article

January 29, 2023

Pretoria (inglese: Pretoria; Xhosa: E-Pitoli), è una delle tre capitali ufficiali del Sud Africa, essendo la sede del potere esecutivo. Situata nel nord della provincia di Gauteng, è stata fondata nel 1855 ed è diventata la capitale del Transvaal nel 1860. Conta circa 1.592.000 abitanti, la quinta città più popolosa del Sud Africa nel 2011. Pretoria deriva il suo nome da Andries Wilhelmus Jacobus Pretorius, fondatore della città e primo presidente della Repubblica Boera del Transvaal, per un tempo denominata Repubblica Sudafricana. Il 26 maggio 2005 è stato deciso dal Consiglio Comunale di cambiare il nome ufficiale della città in Tshwane, che deriva da un capo locale del periodo precoloniale e significa "Siamo tutti uguali", tuttavia dal 2010 il cambio non è stato ufficialmente implementato. , e attualmente non si prevede che venga applicato.

Storia

I coloni di lingua Nguni, che divennero noti come Ndebele (dalla parola Sesotho per "rifugiati"), furono forse i primi a riconoscere l'interesse della valle in quella che oggi è la città di Pretoria come luogo di abitazione. Durante il periodo di grande sconvolgimento sociale in gran parte dell'Africa meridionale tra il 1818 e il 1840 (noto come Mfecane) un altro gruppo di profughi arrivò in questa zona da Natal sotto la guida di Mzilikazi. Tuttavia, furono costretti ad abbandonare i loro villaggi dopo gli attacchi degli Zulu nel 1832. Pretoria come città moderna fu fondata nel 1855 da Marthinus Wessel Pretorius, un capo dei Voortrekker, che la chiamò in onore di suo padre, Andries Pretorius. Questo divenne un eroe nazionale per i Voortrekker dopo la vittoria sugli Zulu nella battaglia del fiume Bloody. Andries Pretorius era presente anche al Trattato del fiume Sand (1852), in cui la Gran Bretagna riconosceva l'indipendenza del Transvaal. Pretoria divenne la capitale della Repubblica del Sud Africa il 1 maggio 1860. La fondazione di Pretoria come capitale della Repubblica del Sud Africa può essere interpretata come la fine del nomadismo boero della Grande Marcia boera. Durante la prima guerra boera, la città fu assediata dalle forze repubblicane nel dicembre 1880 e nel marzo 1881. L'accordo di pace che pose fine alla guerra fu firmato a Pretoria il 3 agosto 1881 dal Trattato di Pretoria. La seconda guerra boera (dal 1899 al 1902) portò alla fine della Repubblica del Sud Africa e all'inizio dell'egemonia britannica nell'Africa meridionale. Durante la guerra Winston Churchill fu imprigionato nelle State Model Schools di Pretoria, ma riuscì a fuggire in Mozambico. La città capitolò alle forze britanniche comandate da Frederick Roberts il 5 giugno 1900 e il conflitto si concluse a Pretoria con la firma del Trattato di Vereeniging il 31 maggio 1902. Le Repubbliche Boere della Repubblica del Sud Africa e l'Orange Free State furono unificate con la Colonia del Capo e la Colonia di Natal nel 1910 per formare l'Unione sudafricana. Pretoria divenne la capitale amministrativa di tutto il Sud Africa, con Cape Town come capitale legislativa. Dal 1860 al 1994 la città è stata anche capoluogo di provincia del Transvaal, prima di Potchefstroom. Con la creazione di nuove strutture municipali in Sud Africa nel 2000, il nome Tshwane è stato adottato per l'Area Metropolitana che comprende Pretoria e altri nuclei adiacenti. Con la fine del regime dell'apartheid, nel 1994, Peter Holmes Maluleka è stato scelto come sindaco provvisorio municipale di Pretoria, fino alla celebrazione delle prime elezioni democratiche che si sono svolte in quell'anno, diventando il primo leader municipale nero della capitale del paese .

Cambio nome

Il 26 maggio 2005 il South African Geographical Council (SAGNC), che è legato alla Direzione del Patrimonio del Dipartimento delle Arti e della Cultura, ha approvato il cambio di nome da Pretoria a Tshwane, che è già il nome del