Pechino

Article

September 30, 2022

Pechino (cinese 北京; Pinyin Běijīng e Wade-Giles Peiching; AFI: ? /pèɪtɕíŋ/) è la capitale della Repubblica Popolare Cinese e una delle metropoli più popolose del mondo. Nel 2013 la popolazione della città è stata stimata in 20 150 000 abitanti. La città, situata nel nord della Cina, è governata come un comune controllato direttamente dal governo nazionale, con 14 distretti urbani e suburbani e due contee rurali. La municipalità di Pechino è circondata dalla provincia di Hebei, ad eccezione della vicina municipalità di Tianjin a sud-est.La città è la seconda città più grande del paese per popolazione urbana, dopo Shanghai, ed è il centro politico, culturale ed educativo del paese. Ospita la maggior parte delle più grandi imprese statali cinesi ed è un importante snodo per autostrade nazionali, superstrade, ferrovie e reti ferroviarie ad alta velocità. L'aeroporto internazionale di Pechino è il secondo più trafficato al mondo per traffico passeggeri e la storia della città risale a più di tre millenni. Essendo l'ultima delle quattro grandi capitali antiche della Cina, Pechino è stata il centro politico del paese per gran parte degli ultimi 800 anni. La città è famosa per i suoi sfarzosi palazzi, templi, parchi, giardini, tombe, mura, porte e per i suoi tesori artistici e università, che l'hanno resa un centro culturale in Cina. L'Encyclopædia Britannica osserva che "poche città al mondo hanno servito così a lungo come quartier generale politico e centro culturale di un'area immensa come quella della Cina". Pechino ha sette siti del patrimonio mondiale dell'UNESCO: la Città Proibita, il Tempio del Cielo, il Palazzo d'Estate, le tombe imperiali delle dinastie Ming e Qing, lo Zhoukoudian, la Grande Muraglia e il Canal Grande.

Etimologia

"Pechino" significa "Capitale del Nord" in linea con la tradizione dell'Asia orientale di chiamare le capitali in quanto tali nei loro nomi, proprio come Tokyo in Giappone e Pyongyang in Corea del Nord significano rispettivamente "Capitale orientale" e "Capitale occidentale". Altre città che ricevettero nomi simili furono Nanjing ("capitale del sud") e Đông Kinh, l'odierna Hanoi, Vietnam ("capitale dell'est"), Kyoto, Giappone e Gyeongseong (京城, l'odierna Seoul) in Corea del Sud (entrambi significano semplicemente "capitale"). Pechino è il nome della città secondo la romanizzazione del sistema postale cinese; l'ortografia ha avuto origine con i missionari francesi circa 400 anni fa, e corrisponde a una pronuncia più antica, che precede un successivo cambio di suono in mandarino, in cui il [kʲ] divenne [tɕ] (il [tɕ] è rappresentato in pinyin come j, come a Pechino). La pronuncia "Pechino" è anche più vicina ai dialetti fujiani di amoy e min nan, parlati nella città di Xiamen, una delle città dove sbarcarono per la prima volta i mercanti europei nel XVI secolo, mentre "Pechino" è più vicina alla pronuncia del nome della città in mandarino. La città ha ricevuto molti nomi nel corso della storia. Durante la dinastia Jin era conosciuto come Zhongdu (中都), e successivamente, durante il periodo della dinastia Yuan mongola, come Dadu (大都) in cinese e Daidu in mongolo. (registrato anche come Cambuluc da Marco Polo). Per due volte nella sua storia il suo nome è stato cambiato da Beijing/Peking a Beiping (o Peiping; in cinese: 北平 pinyin: Beiping; Wade-Giles: Pei-p'ing), letteralmente "Pace del Nord". Ciò avvenne per la prima volta durante il regno dell'imperatore Hongwu della dinastia Ming e nel 1928 durante il governo del Kuomintang (KMT) della Repubblica di Cina. In ciascuna di queste occasioni, il cambiamento ha comportato la rimozione dell'elemento del nome che significa "capitale" (jing o re, 京) per indicare il fatto che la capitale nazionale era stata spostata a Nanchino (Nanjing) nella provincia di Jiangsu. I nomi sono stati successivamente ripristinati nel formato precedente, Pechino/Pechino; prima con l'imperatore Yongle, durante la dinastia Ming, che vi trasferì la capitale, e nel 1949, quando