Nguyen Xuan Phuc

Article

February 4, 2023

Nguyễn Xuân Phúc (nato il 20 luglio 1954) è un politico vietnamita che è stato presidente del paese dal 2021 fino alle sue dimissioni il 18 gennaio 2023 in mezzo a una serie di scandali di corruzione.-ministro del paese, dove ha supervisionato un periodo di crescita economica record e ha diretto la forte risposta del paese alla pandemia di COVID-19, è stato eletto alla presidenza dall'Assemblea nazionale del Vietnam il 5 aprile 2021. In qualità di presidente, Phúc è stato il secondo più alto funzionario del Vietnam dopo Nguyễn Phú Trọng, il generale Segretario del Partito Comunista, si è classificato 2° nel 13° Politburo del Partito. Phúc è anche un membro a pieno titolo dell'Assemblea nazionale, scontando i suoi mandati 11, 12, 13 e 14. Phúc è diventato membro del Partito Comunista del Vietnam il 12 novembre 1983. Ha studiato presso l'Istituto Nazionale di Economia dell'Università in economia amministrazione tra il 1973 e il 1978, dopodiché ha studiato amministrazione amministrativa presso l'Accademia amministrativa nazionale del Vietnam. Dal 1978 al 1979 è stato impiegato presso il Consiglio economico della provincia di Quảng Nam. Dal 1980 al 1993, Phúc ha lavorato inizialmente come dipendente pubblico, prima di diventare vice capo del Comitato popolare di Quảng Nam-Đà Nẵng. Phúc ha poi ricoperto vari incarichi, tra cui presidente provinciale, direttore degli uffici governativi, prima di diventare vice primo ministro (2011-2016). Phúc si è dimesso da presidente del Vietnam e si è ritirato dalla politica, assumendosi la responsabilità di "errori e violazioni" da parte di 539 subordinati del suo governo nel mezzo di una repressione della corruzione. Nella sua dichiarazione sulle sue dimissioni, il governo vietnamita lo ha valutato positivamente. Gli successe Võ Thị Ánh Xuân, che si insediò come presidente ad interim fino all'elezione di un nuovo presidente.

Riferimenti