Moldavia

Article

February 1, 2023

Moldova o Moldova (Repubblica di Moldova; formalmente Repubblica di Moldova, in rumeno: Republica Moldova; pronunciato: [reˈpublika molˈdova] (ascolta)) è un paese senza sbocco sul mare nell'Europa orientale, al confine con l'Ucraina e la Romania (dalla regione rumena chiamata anche "Moldova "). La sua capitale e città più grande è Quixinau (in rumeno: Chișinău). Nel 1991, l'allora Repubblica Socialista Sovietica di Moldova dichiarò l'indipendenza dall'Unione Sovietica, durante il processo di dissoluzione dell'URSS. Solo una regione che apparteneva all'estinta Repubblica sovietica di Moldova, si rifiutò di integrare la nuova "Repubblica di Moldova": la regione conosciuta come Transnistria (una piccola striscia territoriale situata ad est del fiume Dniester) preferì dichiarare la propria indipendenza, e da Governa infatti in modo autonomo dagli anni '90, sebbene attualmente sia riconosciuto da tutti i paesi membri dell'ONU come parte integrante della Moldova. Dal crollo dell'Unione Sovietica, il peso relativo del settore dei servizi nell'economia moldava è cresciuto e ha iniziato a dominare il suo prodotto interno lordo (oggi intorno al 62,5%) a causa di una diminuzione del peso della sua industria e agricoltura. Tuttavia, il paese è ancora il più povero d'Europa e il paese della regione con il più basso indice di sviluppo umano (HDI). La Moldova è una repubblica parlamentare con un presidente come capo di stato e un primo ministro come capo del governo. Il paese è membro delle Nazioni Unite, del Consiglio d'Europa, dell'Organizzazione mondiale del commercio (OMC), dell'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE), della GUAM — Organizzazione per la democrazia e lo sviluppo economico, della Comunità degli Stati indipendenti (CIS), l'Organizzazione per la cooperazione economica del Mar Nero (OCEMN), tra le altre organizzazioni internazionali. Il Paese intende entrare a far parte dell'Unione Europea e ha già attuato il primo Piano d'Azione triennale, nell'ambito della Politica Europea di Vicinato (PEV).

Storia

Preistoria

La preistoria della Moldova copre il periodo Paleolitico superiore, che inizia con la presenza di Homo sapiens nell'area dell'Europa sud-orientale circa 44.000 anni fa, estendendosi fino alla comparsa delle prime testimonianze scritte dell'antichità classica in Grecia.2010, strumenti Olduva risalenti a Sono stati scoperti da 80.000 a 1,2 milioni di anni. Durante il Neolitico dell'età della pietra, il territorio della Moldova fu al centro della grande cultura Cucuteni che si estendeva verso est, oltre il fiume Dniester in Ucraina; e ad ovest dei Carpazi in Romania. Le persone di questa civiltà, che durò approssimativamente dal 5.500 al 2.750 aC, praticavano l'agricoltura, allevavano bestiame, cacciavano e fabbricavano ceramiche elaborate.

Antichità e Alto Medioevo

Nel XV secolo, il Regno di Moldova era un importante centro di potere regionale. Ha occupato la Bessarabia, la Moldova occidentale e la Bucovina. Dal XVI secolo in poi, ebbe successivi feudatari (feudatari), ungheresi, lituani, rumeni e turchi. Nel 1812 la regione fu divisa dal Trattato di Bucarest: la Bessarabia, situata tra i fiumi Prut e Dniestre, fu ceduta dall'Impero turco-ottomano all'Impero russo. Nel 1878, la Romania proclamò l'indipendenza e si unì alla Moldova occidentale. L'impero russo controllò la Bessarabia fino alla prima guerra mondiale. Nel 1918 la Bessarabia si unì alla Romania. Durante il dominio russo fu attuata una forte politica di russificazione, con la sostituzione dell'alfabeto latino con il cirillico, la deportazione della popolazione locale e la loro sostituzione con cittadini russi. La prima guerra mondiale portò una maggiore consapevolezza politica e culturale alla popolazione, poiché nel 1917 circa 300.000 Bessarabici furono inviati all'esercito russo appena formato e furono formate grandi unità di soldati moldavi. accompagnare