Marina brasiliana

Article

November 29, 2022

La Marina brasiliana (MB) è uno dei tre rami delle forze armate brasiliane, responsabile della conduzione delle operazioni navali. È la più antica delle forze armate brasiliane, la più grande del Sud America e dell'America Latina e la seconda più grande del continente americano, dopo la Marina degli Stati Uniti. Il suo patrono è il marchese di Tamandaré.Con le sue origini nella marina portoghese, la maggior parte delle forze e basi navali sudamericane dell'Impero portoghese furono trasferite nel nuovo paese indipendente. L'embrione di quella che sarebbe stata l'Armata Imperiale Brasiliana fu coinvolta nella guerra d'indipendenza del Brasile e nei primi decenni dell'Impero del Brasile mantenne una grande forza navale, coinvolta poi nella Guerra Cisplatina, nei conflitti del Bacino di Plata , nella guerra del Paraguay, così come in altre ribellioni sporadiche che hanno segnato la storia del Brasile. Nel 1880, l'Armata Imperiale brasiliana era la più potente del Sud America. Dopo la proclamazione della Repubblica, vi fu una pausa nel suo sviluppo, che durò fino alla metà del 1900, quando il Brasile acquisì due delle corazzate più potenti e avanzate dell'epoca, che provocarono una corsa agli armamenti navali con le nazioni vicine, in particolare la Argentina e Cile. La Marina brasiliana ha partecipato alla prima guerra mondiale e successivamente alla seconda guerra mondiale, praticamente con gli stessi mezzi. Nel dopoguerra, attraverso un accordo con gli Stati Uniti, la Marina riuscì ad ottenere una serie di navi e materiale per ammodernare e rafforzare il proprio arsenale. Negli anni '60, nella guerra delle aragoste, la Marina difese con successo la posizione del Brasile contro la Francia, nonostante le sue debolezze operative. Durante il regime militare si sforzò di aumentare la nazionalizzazione della produzione di mezzi e attrezzature e, dopo un periodo di pochi investimenti e difficoltà, nei primi anni della Nuova Repubblica, riuscì a stabilire un nuovo indirizzo con la Nazionale Strategia di difesa, con l'obiettivo di rinnovare e modernizzare i propri mezzi e persino di costruire un sottomarino a propulsione nucleare, al fine di difendere l'Amazzonia Blu e gli interessi del Paese. La sua ammiraglia è la NAM Atlântico, una portaelicotteri, che apparteneva alla Royal Navy britannica.

Missione

La missione primaria della Marina è garantire la difesa della Patria insieme alle altre Forze Armate. Per adempiere alla sua missione costituzionale, la Marina deve preparare e applicare la Potenza Navale. Spetta anche alla Marina, come missione secondaria, cooperare con lo sviluppo nazionale e la protezione civile, come stabilito dal Presidente della Repubblica.Poiché il Brasile non ha un organismo esclusivo per organizzare, supervisionare e guidare la Marina Mercantile e la polizia la costa brasiliana e le acque interne, svolge anche il ruolo di "Guardia Costiera". Tali funzioni sono definite come particolari incarichi sussidiari e sono di seguito dettagliate: Guidare e controllare la Marina Mercantile e le sue attività connesse, in materia di difesa nazionale; Fornire la sicurezza della navigazione fluviale; Contribuire alla formulazione e conduzione delle politiche nazionali in materia di mare; Attuare e vigilare sull'osservanza di leggi e regolamenti, in mare e nelle acque interne, in coordinamento con altri organi dell'esecutivo, federale o statale, ove necessario, per specifiche competenze; Cooperare con le agenzie federali, ove necessario, nella repressione dei reati di ripercussione nazionale o internazionale, riguardanti l'uso del mare, delle acque interne e delle aree portuali, sotto forma di supporto logistico, di intelligence, di comunicazione e di istruzione.

Storia

Periodo coloniale

L'origine dell'Armada risale alla Marina portoghese, esistente dal XII secolo. Il primo brasiliano a comandare una forza navale per difendere il Brasile fu l'amministratore militare e coloniale