brutta legge

Article

August 14, 2022

Tra il 1867 e il 1974, diverse città degli Stati Uniti avevano brutte ordinanze sui mendicanti, in retrospettiva anche soprannominate leggi brutte. Queste leggi prendevano di mira i poveri e le persone con disabilità. Eccezioni all'esposizione pubblica erano accettabili solo se le persone fossero oggetto di manifestazione, per illustrare la separazione dei disabili dai non disabili e la loro necessità di riforma. La Charity Organization Society ha suggerito che il miglior aiuto di beneficenza sarebbe quello di indagare e consigliare le persone bisognose di assistenza piuttosto che fornire aiuto materiale. Questo ha creato conflitto nelle persone tra il desiderio di essere buoni cristiani e buoni cittadini che vedono le persone bisognose di assistenza. È stato suggerito che i mendicanti incolpassero le persone in questo modo. "Il pauperismo è una malattia per la comunità, una ferita per il corpo politico, ed essendo una malattia, deve, per quanto possibile, essere rimosso, e lo scopo curativo deve essere dietro tutto il nostro pensiero e sforzo per la classe dei mendicanti ." Simile a quanto affermato da Slocum, altri autori hanno suggerito che fare beneficenza ai mendicanti senza sapere cosa si dovrebbe fare con i fondi fosse "colpevole come lanciare una pistola alla folla". Il termine "brutte leggi" è stato coniato a metà degli anni '90 1970 dai detrattori Marcia Pearce Burgdorf e Robert Burgdorf, Jr.

Storia

Nel 1729 in Inghilterra, a volte veniva suggerita la punizione per le persone con disabilità fisiche, nate con una disabilità o acquisite più tardi nella vita, che apparivano in pubblico. Le brutte leggi negli Stati Uniti sono emerse alla fine del 19° secolo.Durante questo periodo, gli spazi urbani hanno subito un afflusso di nuovi residenti, che ha messo sotto pressione le comunità esistenti. I nuovi residenti a volte erano impoveriti. Ciò significava che un gran numero di persone estranee l'una all'altra ora occupava quartieri più vicini che nelle piccole città, dove le istituzioni locali come scuole, famiglie e chiese aiutavano a moderare le relazioni sociali. In reazione a questo afflusso di persone povere, ministri, organizzatori di beneficenza, urbanisti e funzionari cittadini negli Stati Uniti hanno lavorato per creare leggi brutte per la loro comunità.

Critica

Le brutte leggi impedivano ad alcune persone con disabilità fisiche di uscire in pubblico. Il britannico Stuart Murray sostiene che il "contagio civile" della proliferazione di leggi brutte è tipicamente americano: "La disabilità disturba il senso di identità nei contesti statunitensi in modi speciali". Nel 1966, Jacobus tenBroek [en] sostenne che le limitazioni imposte a una persona con disabilità avevano poco a che fare con la disabilità effettiva, ma piuttosto con "i pensieri immaginari della società sulle difficoltà e sui rischi della disabilità". Nel 1975, Marcia Pearce Burgdorf e Robert Burgdorf, Jr. ha scritto delle ordinanze sgradevoli dei mendicanti nel loro articolo di giornale, "A History of Unequal Treatment: The Qualifications of Persons with Disabilities as a 'Sospicious Class' Under the Equal Protection Clause." L'opera teatrale di John Belluso [it] , The Body of Bourne, ha una scena in cui Randolph Bourne si è confrontato a Chicago per una brutta legge. Sebbene si tratti di un evento fittizio, la descrizione della legge indica l'impatto sulla storia della disabilità. Nel 1980, durante un tour in Europa, una performer del Lilith Women's Theatre, con sede a San Francisco, Victoria Ann Lewis, tenne un monologo sulla difficoltà per le persone con disabilità a trovare lavoro a causa dell'idea sociale che le persone con disabilità dovrebbero nascondersi o essere in un circo. Lewis credeva che le fosse stata negata l'ammissione a una scuola di recitazione a New York City a causa della sua zoppia. Ha notato che hanno cercato di convincerla a prendere posizione dietro le quinte. Sentiva che ciò era dovuto alle leggi brutte e che non poteva esibirsi in a