lingua spagnola

Article

January 29, 2023

Il castigliano (castigliano) o spagnolo (español) è una lingua indoeuropea romanza occidentale del gruppo ibero-romanico che si è evoluta da vari dialetti latini parlati nella parte centro-settentrionale della penisola iberica intorno al IX secolo. Originario della penisola iberica, ha centinaia di milioni di madrelingua nelle Americhe e in Spagna. È una lingua mondiale e la seconda lingua più parlata al mondo, dopo il mandarino.Il castigliano fa parte del gruppo delle lingue ibero-romane, che si sono evolute da vari dialetti del latino volgare in Iberia dopo il crollo dell'Impero Romano d'Occidente nel secolo V. I più antichi testi latini con tracce castigliane provengono dal nord della penisola iberica, nel IX secolo, e il primo uso sistematico della lingua avvenne a Toledo, importante città del Regno di Castiglia, nel XIII secolo . Dal 1492 in poi, la lingua spagnola fu portata nei viceregni dell'Impero spagnolo, principalmente nelle Americhe, oltre alle comunità di lingua spagnola residenti in altri paesi, in particolare negli Stati Uniti con oltre 40 milioni di madrelingua spagnoli e territori in Africa, Oceania e Filippine Uno studio del 1949 del linguista italo-americano Mário Pei, che analizza il grado di differenza del padre di una lingua (latino, nel caso delle lingue romanze) confrontando fonologia, inflessione, sintassi, vocabolario e intonazione, indicavano le seguenti percentuali (maggiore è la percentuale, maggiore è la distanza dal latino): nel caso del castigliano, è una delle lingue romanze più vicine al latino (distante 20%), solo dietro la Sardegna (8 % di trasferta) e italiana (12 % di trasferta). Circa il 75% del moderno vocabolario castigliano deriva dal latino, attraverso il latino, il greco antico. Il vocabolario castigliano è stato in contatto con l'arabo fin dalla tenera età, essendosi sviluppato durante l'era Al-Andalus nella penisola iberica. Con circa l'8% del suo vocabolario di origine araba, questa lingua costituisce la seconda più grande fonte di vocabolario dopo il latino stesso. E 'stato anche influenzato dal basco, iberico, celtiberico, visigoto e le vicine lingue ibero-romane. Inoltre, ha assorbito il vocabolario di altre lingue, in particolare altre lingue romanze (francese, italiano, galiziano, portoghese, catalano, occitano e sardo), nonché quechua, nahuatl e altre lingue indigene delle Americhe. Il castigliano è una delle sei lingue ufficiali delle Nazioni Unite. È anche usato come lingua ufficiale dall'Unione Europea, dall'Organizzazione degli Stati Americani, dall'Unione delle Nazioni Sudamericane, dalla Comunità degli Stati dell'America Latina e dei Caraibi, dall'Unione Africana, dal Mercato Comune del Sud e da molte altre organizzazioni internazionali. Nonostante il gran numero di parlanti, la lingua castigliana non appare in modo prominente nella scrittura scientifica, ad eccezione delle discipline umanistiche. Il 75% della produzione scientifica in spagnolo è suddiviso in tre aree tematiche: scienze sociali, scienze mediche e arti/umanistiche. È la terza lingua più utilizzata su Internet dopo l'inglese e il mandarino.

Storia

La lingua spagnola è la lingua della Spagna e della maggior parte dei paesi dell'America Latina (eccetto Brasile, Belize, Haiti, Guyanas e diverse isole dei Caraibi), delle Filippine, in Asia, e della Guinea Equatoriale, in Africa. Ha circa duecentocinquanta milioni di parlanti. Viene anche chiamato "castigliano", nome della comunità linguistica (Castiglia) che lo diede origine in epoca medievale. In Spagna si parlano anche catalano, asturiano, aragonese e galiziano (lingue romaniche) e basco, lingua le cui origini sono ancora allo studio. Nella formazione del castigliano si possono distinguere tre periodi: il castigliano medievale o antico (dal X al XV secolo), il castigliano moderno (tra il XVI e il XVII secolo) e il contemporaneo, che va dalla fondazione del Accademia Reale di Spagna alla nostra