Giornalista

Article

February 1, 2023

Il giornalista è un professionista formato in giornalismo. È la persona responsabile dell'indagine, dell'indagine e della presentazione di notizie, rapporti, interviste o distribuzione di notizie o altre informazioni di interesse collettivo. Il lavoro di un giornalista si chiama giornalismo. Un giornalista può lavorare con problemi generali o specializzarsi in determinate aree. Tuttavia, la maggior parte dei giornalisti tende a specializzarsi e, collaborando con altri giornalisti, produce pubblicazioni che trattano molti argomenti. Ad esempio, un giornalista sportivo si occupa di notizie nel mondo dello sport, ma questo giornalista può far parte di un giornale che copre una varietà di argomenti. L'esercizio del giornalismo è esclusivo dei giornalisti. Tra le aree in cui lavora il giornalista ci sono il radiogiornalismo, il telegiornalismo, il webjournalism (giornalismo digitale), il giornalismo cartaceo, l'ufficio stampa, l'ufficio di comunicazione, la consulenza aziendale, tra le altre aree del giornalismo e della comunicazione sociale. In quanto professione i cui fattori primari sono la difesa della libertà di stampa e di espressione, il giornalista è uno dei principali pilastri della democrazia.

Funzioni

Un giornalista è un tipo di giornalista che ricerca, scrive e riporta informazioni da presentare nelle fonti, conduce interviste, si impegna in ricerche e redige rapporti. La raccolta di informazioni parte del lavoro di un giornalista è talvolta chiamata reportage, in contrasto con la parte di produzione del lavoro, come la scrittura di articoli. I giornalisti possono dividere il loro tempo tra il lavoro in una redazione e l'uscita per assistere a eventi o intervistare persone. I giornalisti possono essere assegnati a un argomento o un'area di copertura specifici. A seconda del contesto, il termine giornalista può includere vari tipi di editori, redattori, editorialisti e giornalisti visivi, come i fotoreporter (giornalisti che utilizzano il mezzo fotografico). Il giornalismo ha sviluppato una varietà di standard etici. Mentre l'obiettività e l'assenza di pregiudizi sono di primaria importanza e importanza, i tipi di giornalismo più liberali, come la difesa giornalistica e l'attivismo, adottano intenzionalmente un punto di vista non oggettivo. Ciò è diventato più diffuso con l'avvento dei social media e dei blog, nonché di altre piattaforme utilizzate per manipolare o influenzare le opinioni e i principi sociali e politici. Queste piattaforme spesso proiettano un'estrema polarizzazione, poiché le "fonti" non sono sempre ritenute responsabili o ritenute necessarie per produrre un prodotto finale scritto, trasmesso in televisione o altro. Matthew C. Nisbet, che ha scritto sulla comunicazione scientifica, ha definito "giornalista della conoscenza" un intellettuale pubblico che, come Walter Lippmann, David Brooks, Fareed Zakaria, Naomi Klein, Michael Pollan, Thomas Friedman e Andrew Revkin, vedono il loro ruolo come ricercatori su complicate questioni fattuali o scientifiche, che più laici non avrebbero il tempo o l'accesso alle informazioni per la ricerca per se stessi, comunicando così una versione accurata e comprensibile al pubblico come insegnante e consulente politico.Lippmann ha sostenuto che la maggior parte delle persone mancava la capacità, il tempo e la motivazione per seguire e analizzare le notizie delle molte complesse questioni politiche che preoccupavano la società. Né di solito sperimentano direttamente la maggior parte dei problemi sociali o hanno accesso diretto alle competenze. Questi limiti sono stati esacerbati da un media che tendeva a semplificare eccessivamente i problemi e rafforzare stereotipi, punti di vista di parte, pregiudizi. Di conseguenza, Lippmann credeva che il pubblico avesse bisogno di giornalisti come lui che potessero fungere da analisti esperti, guidando "i cittadini a una comprensione più profonda del