Isola brasiliana

Article

June 29, 2022

Ilha Brasileira è una piccola isola fluviale situata alla foce del fiume Quaraí, in una zona di triplo confine, tra i comuni di Barra do Quaraí, in Brasile, Monte Caseros, in Argentina, e Bella Unión, in Uruguay. L'isola è lunga circa 4 chilometri e larga 0,8 chilometri, con una superficie totale di 2,75 km². Amministrativamente, l'isola appartiene al comune brasiliano di Barra do Quaraí, situato nel Rio Grande do Sul. È stato rivendicato per oltre un secolo dall'Uruguay. Tuttavia, nessuno dei paesi ha mostrato un interesse attivo per l'isola. Simile all'altra controversia territoriale tra Brasile e Uruguay, relativa a un settore chiamato Rincão de Artigas, l'esistenza di una tale controversia non interferisce con gli attuali negoziati economici e diplomatici tra i due paesi.

Popolazione

Tra il 1964 e il 2011, l'isola aveva una sola casa e un residente, un contadino brasiliano di nome José Jorge Daniel, morto nel 2011, all'età di 95 anni. Daniel era un ex dipendente di una delle fattorie del 24° presidente del Brasile ., João Goulart. Decise di vivere sull'isola dopo che il presidente fu deposto dal suo incarico nel 1964. Poco prima della sua morte, José Daniel lasciò il posto a causa delle sue condizioni di salute, andando a farsi curare a casa di sua figlia, nella città di Uruguaiana a Rio Grande do Sul. . "Seu Zeca - il guardiano di Ilha Brasileira", come era conosciuto in tutto lo stato del Rio Grande do Sul, fu l'ultimo abitante dell'isola. Nel luogo in cui si trovava la casa di José Jorge Daniel è stata eretta una croce alta 5 metri, realizzata in legno di eucalipto.Attualmente l'Ilha Brasileira è disabitata. A livello locale, ci sono progetti che mirano a farne una riserva ambientale comunale.

Contesa territoriale

Fin dagli anni '30, Ilha Brasileira è stata oggetto di controversie territoriali da parte del governo uruguaiano, che sostiene che il Brasile abbia occupato in modo improprio il territorio dell'isola.Sebbene i confini tra i due paesi fossero chiaramente definiti in un trattato firmato nel 1851, dagli anni '30 in poi, L'Uruguay iniziò ad avere un'interpretazione diversa da quella concordata al momento della stesura del trattato.Il testo del trattato menziona che i limiti tra i due paesi sarebbero stati delimitati dal fiume Quaraí, "appartenente al Brasile l'isola o le isole che sono situata alla foce del suddetto fiume Quaraí in Uruguay". Tuttavia, l'8 settembre 1940, dopo la ratifica della Convenzione complementare sui limiti tra Brasile e Argentina, il governo uruguaiano presentò una nota di riserva al trattato davanti alle cancellerie di entrambi i paesi, affermando che l'isola non sarebbe situata alla confluenza (foce) dei fiumi Quaraí e Uruguay, ma che era a valle da tale punto, quindi appartenente agli Uru guai Nel 1974, il governo dell'Uruguay ha stabilito un decreto che stabilisce che le mappe ufficiali prodotte nel paese inizieranno a contrassegnare l'isola situata alla foce del fiume Quaraí come un "limite contestato". Sebbene la Repubblica dell'Uruguay abbia già presentato più note di inchiesta, il Brasile non ha mai dato una risposta ufficiale a questa controversia. Su quest'isola, Itamaraty ha affermato che "la questione non fa parte dell'agenda bilaterale tra Brasile e Uruguay". menziona l'esistenza di controversie sulla delimitazione territoriale, l'Istituto brasiliano di Geografia e Statistica (IBGE) stabilisce che "la cosiddetta Ilha Brasileira appartiene oggi a Quaraí, un'isola fluviale con una superficie di circa 200 ettari situata alla foce del il fiume Quaraí".

Disastro ecologico dell'agosto 2009

Nell'agosto 2009, un enorme incendio ha distrutto il 40% della vegetazione autoctona che occupava l'intera lunghezza dell'isola. Nella stessa occasione ha preso fuoco anche il Parco Espinilho, a Barra do Quaraí.