L'Aia

Article

February 1, 2023

L'Aia o semplicemente L'Aia (in olandese: Den Haag, [dɛnˈɦaːx] (ascolta), o ufficialmente 's-Gravenhage AFI: [ˈsxraːvə(n)ˌɦaːɣə]) è la terza città più popolosa dei Paesi Bassi (dopo Amsterdam e Rotterdam) , con una popolazione di 489.375 (2010) (popolazione dell'area metropolitana: 600.000) e con una superficie approssimativa di 100 chilometri quadrati. Si trova nella parte occidentale del Paese, nella provincia dell'Olanda Meridionale, di cui è anche la capitale. La città dell'Aia, come Amsterdam, Rotterdam e Utrecht, fa parte del conglomerato urbano di Randstad, con una popolazione di circa 7,6 milioni di abitanti. L'Aia è di fatto la sede del governo del Paese: tuttavia, ufficialmente, non è la capitale dei Paesi Bassi in quanto, secondo la costituzione, la capitale è Amsterdam. L'Aia è la sede della Eerste Kamer (prima camera) e della Tweede Kamer (seconda camera), rispettivamente la camera superiore e quella inferiore, che formano lo Staten Generaal (letteralmente, gli "Stati generali"). Il re Guglielmo Alessandro dei Paesi Bassi vive e lavora a L'Aia. Tutte le ambasciate e i ministeri si trovano in città, così come lo Hoge Raad der Nederlanden (La Corte Suprema), il Raad van State (Consiglio di Stato) e molte organizzazioni di lobby. Altri luoghi di interesse sono il Grote Kerk, lo Stadhuis e il Gevangenpoort. Quando il conte Guglielmo d'Olanda costruì il suo castello in questa città nel 1248, divenne il centro amministrativo della contea. Alla fine del XVI secolo, la città emerse come capitale fiamminga durante la rivolta dei Paesi Bassi contro la Spagna. Nell'area metropolitana della città sono installate diverse industrie, come fabbriche di materiale elettronico, metallurgia, prodotti chimici e alimentari. Tra i suoi complessi urbani più significativi vi sono il Binnenhof (sezione interna) e il Buitenhof (sezione esterna).

Etimologia

L'Aia fu menzionata per la prima volta nel 1242 con il nome Die Haghe. Nel XV secolo entrò in uso il nome des Graven hage, letteralmente "Il boschetto del conte", con connotazioni come "La siepe del conte, recinto privato o terreno di caccia". "Gravenhage" è stato ufficialmente usato per riferirsi alla città dal XVII secolo in poi. Oggi questo nome viene utilizzato solo su alcuni documenti ufficiali, come i certificati di nascita e di matrimonio. La città stessa usa "Den Haag" in tutte le sue comunicazioni.

Diplomazia

L'Aia ha una forte tradizione diplomatica. Nel 1899 e nel 1907 vi si tennero le Conferenze dell'Aia. La città è sede dell'Organizzazione delle Nazioni e dei Popoli non rappresentati (UNPO), dell'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (OPAQ) e di numerose altre organizzazioni internazionali o non governative. La città è sede di quattro tribunali internazionali: la Corte permanente di arbitrato, la Corte internazionale di giustizia, la Corte penale internazionale per l'ex Jugoslavia e la Corte penale internazionale, che ha portato la città a essere definita "la capitale legale sistema nel mondo”. In questa città sono rappresentate anche alcune organizzazioni europee come l'Ufficio europeo dei brevetti o l'Europol.

Città sorelle

I gemellaggi (portoghese europeo) o città gemellate (portoghese brasiliano) dell'Aia sono: Betlemme, Palestina Varsavia, Polonia Nazaret, Israele Juigalpa, Nicaragua Inoltre, L'Aia ha una politica di partnership con vari paesi di origine dei suoi cittadini. Dal 2002, L'Aia collabora con il Suriname e, nel 2009, è stato firmato un contratto di cooperazione con le province marocchine di Nador, Al Hoceima e Taza. Ci sono piani per stipulare contratti con la Turchia e le Antille.

Numeri

6mila nascite all'anno Più di 100 nazionalità Il 40% degli abitanti sono stranieri 400 centri sportivi Più di 40 centri religiosi 10 ospedali 5 stazioni ferroviarie (portoghese europeo) o treni (portoghese brasiliano) 400 ettari di bosco 11 chilometri di costa 30 teatri 4