goti

Article

January 30, 2023

I Goti (gotico: Gut-þiuda; tedesco: Goten; antico svedese Gutar; latino: Gothi) erano una tribù germanica, composta da un amalgama di gruppi e clan con diversi capi. La sua origine è controversa. Sono menzionati per la prima volta nel 98 d.C., poiché abitavano la foce del fiume Vistola nell'attuale Polonia. Intorno all'anno 200 iniziarono a spostarsi verso il Mar Nero, stabilendosi nelle attuali Ucraina e Bielorussia. All'incontro con l'Impero Romano nel IV secolo, i Goti si dividono in Ostrogoti e Visigoti. Gli Ostrogoti si stabilirono infine in Italia e in Pannonia, ei Visigoti in Gallia e Hispania. Nel VI secolo gli Ostrogoti vengono sconfitti dall'Impero Bizantino e nell'VIII secolo i Visigoti dagli Arabi.

Storia

Testimonianze storiche note presentano i Goti, e i loro rami ostrogoti e visigoti, come una comunità che migra dal I all'VIII secolo e si sposta successivamente dalla foce del fiume Vistola nell'attuale Polonia alle rive del Mar Nero, a Italia e Penisola Iberica.

Il mito dell'origine dei Goti

Nel VI secolo, lo storico gotico-bizantino Jordanes afferma nei suoi Gettics che i Goti avevano la loro origine su un'isola nel Mar Baltico chiamata Scandza, presumibilmente la penisola scandinava o l'isola di Gotland. Fu così lanciata l'ipotesi dell'origine scandinava dei Goti, secondo la quale sarebbero emigrati intorno al 1490 a.C. dalla Scandinavia, attraversando il Mar Baltico in 3 barche, e approdando alla foce del fiume Vistola, nell'Europa continentale, dove avrebbero attaccato i Rugiani, che vivevano sulla costa, espellendoli dai loro domini, e poi, sconfiggendo i loro nuovi vicini, i Vandali.Non c'è alcuna fonte primaria o secondaria che menzioni questa lunga migrazione e le prove archeologiche non supportano questa ipotesi. Sappiamo anche che le barche scandinave di quel lontano tempo erano rudimentali, a remi e con piccoli equipaggi, del Mar Nero, in quanto hanno nomi simili. Nella sua Getetica, pubblicata nel 551, Giordane si basava su un'opera precedente chiamata Storia gotica, scritta dallo scrittore romano Cassiodoro intorno al 526-533, in cui affermava che i Goti provenivano da un'isola nel Mar Baltico chiamata Scandza. Questo libro di Cassiodoro è andato perduto e Giordane sembra avervi avuto accesso solo per tre giorni per la consultazione. Lo stesso Cassiodoro utilizzò come fonte un'altra opera, ugualmente perduta, dello storico romano Ablávios dal V al VI secolo, in cui affermava che i Goti provenivano da un'isola del Mar Baltico, senza però indicarne il nome. la sua posizione attraverso alleanze familiari e un mito di origine della comunità gotica. Come ministro del re gotico Teodorico il Grande, Cassiodoro conosceva i canti gotici che parlavano delle sue origini e sapeva quanto fosse apprezzata la storia di uno straordinario e grandioso passato gotico. E Giordane, in quanto funzionario dell'Impero Romano, era ugualmente consapevole dell'interesse dei romani per la riabilitazione e l'elevazione dei loro nuovi alleati gotici, dimenticando il loro passato barbarico a sud del Mar Baltico, da qualche parte nell'attuale Polonia, da dove i Goti sarebbero emigrati a sud, fino a stabilirsi tra il fiume Danubio e il fiume Don, dove finirono per dividersi in due rami, chiamati Tervingi e Grutung, con dinastie immobiliari e territori separati.

Dal Mar Baltico al Mar Nero e al Mar Mediterraneo

I primi riferimenti storici ai Goti sono fatti dallo storico romano Tacito, nel 98 d.C., dal geografo greco Tolomeo,