francese

Article

January 29, 2023

Secondo la costituzione francese, il popolo francese si riferisce a persone nate in Francia e/o legalmente residenti di nazionalità francese, indipendentemente dall'ascendenza, senza distinzione di origine, razza o religione. Storicamente parlando, invece, la base etnica dei francesi è quella dei Celti o dei Galli, mescolati ai popoli italici (tra cui i romani, ma anche ai Liguri e ad altri popoli latini) e ad un gran numero di popoli germanici della tribù dei Franchi che invasero la Gallia Romana (territorio corrispondente all'attuale Francia) alla fine dell'Impero Romano. Quest'ultimo ha profondamente plasmato il territorio gallo-romano, sia dal punto di vista etnico, soprattutto in relazione ai francesi delle regioni centro-settentrionali del paese, che hanno un fenotipo più germanico (ad eccezione dei discendenti di immigrati) , o da un aspetto politico per stabilire un regno unificato, o anche etimologicamente: etimologicamente, Francia significa terra dei Franchi. Alla composizione etnica iniziale dei francesi contribuirono, oltre alle tre principali etnie (Celti gallici, Latini e Tedeschi): i Bretoni (Celti), principalmente nella regione della Bretagna; gli Aquitani (baschi), prevalentemente nella regione storica dell'Aquitania; gli Iberi, i Liguri, i Normanni nella regione della Normandia, vari popoli germanici come Burgundi, Visigoti, oltre che nel sud del paese, i Greci e le minoranze arabe (Mori e Saraceni). Dopo la seconda guerra mondiale è presente anche un nutrito contingente di abitanti di origine africana e araba, molti provenienti da ex colonie francesi come Senegal, Camerun, Tunisia, Marocco, Algeria, ecc. Oltre a queste, nel paese sono presenti anche minoranze di origine basca, slava, ungherese ed ebraica. A causa dell'immigrazione su larga scala, si stima attualmente che quasi il 40% della popolazione francese abbia almeno un antenato nato all'estero. L'esempio che meglio illustra questa diversità etnica in Francia oggi è la figura dell'ex presidente Nicolas Sarkozy, figlio di padre immigrato ungherese e madre di origine greco-ebraica.

Gruppi etnici

I francesi moderni discendono da Celti, Iberi, Liguri e Greci che si stabilirono nel sud del paese, e si mescolarono ai popoli germanici giunti alla fine dell'Impero Romano - i Franchi e i Burgundi - oltre che ai Mori e ai Saraceni così come i Vichinghi Normanni che si stabilirono principalmente in Normandia nel IX secolo. Quando i Normanni conquistarono la futura Normandia, strinsero alleanze con i Franchi d'Occidente attraverso i matrimoni di re Rollo e suo figlio Guglielmo.Si stima che dieci milioni di cittadini francesi, ovvero circa un sesto della popolazione, sia di origine etnica che nazionale non francese. L'etnia europea più numerosa è di origine italiana, che costituisce circa il 10% della popolazione. Ciò è dovuto principalmente all'immigrazione italiana, in particolare durante la fine del XIX e l'inizio del XX secolo. Ci sono anche grandi gruppi di origine tedesca, spagnola, portoghese, polacca e greca. Inoltre, a causa delle più recenti ondate di immigrazione dalle ex colonie francesi, la Francia conta in totale da tre a quattro milioni di abitanti di origine araba, berbera, africana, oltre a circa 500.000 abitanti di origine turca. Si noti, tuttavia, che dalla Rivoluzione francese il governo francese ha adottato una politica di non classificare ufficialmente le persone in base alla razza o all'etnia, al fine di incoraggiare l'integrazione, l'assimilazione, l'unità e il patriottismo francesi, indipendentemente dall'origine, dall'etnia e dalla nazionalità delle persone. La religione predominante tra la popolazione è il cattolicesimo, i cattolici romani sono l'88% della popolazione francese, nonostante lo stato sia estremamente laico e favorisca altre religioni non francesi portate dagli immigrati negli ultimi anni.

Lingua

Il francese è la lingua ufficiale del francese