Statua

Article

February 8, 2023

Una statua è un'opera scultorea creata per rappresentare un'entità reale o immaginaria. Nel cattolicesimo, nella Chiesa ortodossa e nella Chiesa anglicana, quando una statua rappresenta una divinità, un santo o un angelo, viene ritualmente benedetta e riceve la denominazione di immagine. Le statue tipiche sono a grandezza naturale o quasi a grandezza naturale; una scultura che rappresenta persone o animali a figura intera ma è abbastanza piccola da poter essere sollevata e trasportata è una statuetta, mentre una più del doppio della sua grandezza naturale è una statua colossale. Le statue sono state prodotte in molte culture dalla preistoria ai giorni nostri; la statua più antica conosciuta risale a circa 30.000 anni fa. Le statue possono rappresentare persone e animali diversi, reali e mitici. Molte statue sono collocate in luoghi pubblici come arte pubblica. La statua più alta del mondo, la Statua dell'Unità, è alta 182 metri e si trova vicino alla diga di Narmada nel Gujarat, in India.

Colore

Nel tempo le statue antiche iniziano a mostrare la nuda superficie del materiale di cui sono fatte. Ad esempio, molte persone associano l'arte greca classica alla scultura in marmo bianco, ma ci sono prove che molte statue fossero colorate. La maggior parte del colore sbiadisce nel tempo; piccoli resti vengono rimossi durante la pulizia; in alcuni casi rimangono piccole tracce che possono essere identificate. Una mostra itinerante di 20 repliche a colori di opere greche e romane, insieme a 35 statue e rilievi originali, si è tenuta in Europa e negli Stati Uniti nel 2008: Coloured Gods: Painted Sculpture of Classical Antiquity. I dettagli su come è stata applicata la vernice in uno o più strati, quanto finemente sono stati macinati i pigmenti o esattamente quale mezzo legante sarebbe stato utilizzato in ciascun caso - tutti gli elementi che avrebbero influenzato l'aspetto di un pezzo finito - non sono noti. Richter si spinge fino a dire della scultura greca classica: "Tutte le sculture in pietra, sia in calcare che in marmo, erano dipinte, in tutto o in parte". Spesso venivano dipinte anche statue medievali, alcune delle quali conservavano ancora i pigmenti originali. La colorazione delle statue cessò durante il Rinascimento, poiché le sculture classiche scavate, che avevano perso il colore, vennero considerate i migliori modelli.

Periodi storici

Antichità

La statuetta dell'uomo leone delle Alpi Sveve in Germania è la statua più antica conosciuta al mondo e risale da 30.000 a 40.000 anni fa. Nel corso della storia, le statue sono state associate a immagini di culto in molte tradizioni religiose, dall'antico Egitto, dall'antica India, dall'antica Grecia e dall'antica Roma fino ai giorni nostri. Statue egizie che mostrano re come sfingi esistono sin dall'Antico Regno, la più antica è per Djedefre (c. 2 500 aC). La statua più antica di un faraone risale al regno di Sesostri I (1950 aC circa) ed è al Museo Egizio del Cairo. Il Medio Regno d'Egitto (inizio intorno al 2000 a.C.) vide la crescita di statue a blocchi che divennero la forma più popolare fino al periodo tolemaico (300 a.C. circa).La statua più antica di Cerere nel 485 a.C. è oggi la statua di Diana sul Aventino Le sette meraviglie del mondo antico includono diverse statue dell'antichità, in particolare il Colosso di Rodi e la statua di Zeus ad Olimpia.

Medioevo

Mentre l'arte bizantina fiorì in molte forme, la scultura assistette a un declino generale; sebbene le statue di imperatori continuassero ad apparire. Un esempio fu la statua di Giustiniano (VI secolo) che rimase nella piazza antistante la Basilica di Santa Sofia fino alla caduta di Costantinopoli nel XV secolo. A questo è da attribuire parte del declino della produzione statuaria in epoca bizantina