scritto

Article

January 31, 2023

La scrittura è l'uso dei segni (simboli) per esprimere le idee umane. L'ortografia è una tecnologia di comunicazione, storicamente creata e sviluppata nella società umana, e consiste fondamentalmente nella registrazione di segni su un supporto. Lo strumento o gli strumenti utilizzati per scrivere e il supporto su cui è registrato possono, in linea di principio, essere infiniti. Sebbene, tradizionalmente, si concepisca che la scrittura abbia durata mentre il parlato sarebbe più "volatile", gli strumenti, i supporti, le forme di circolazione, nonché la funzione comunicativa del testo scritto, sono determinanti per la sua durabilità o meno. Come mezzo di rappresentazione, la scrittura è una codificazione sistematica di segni grafici che permette di registrare la lingua parlata con grande precisione attraverso segni visivi regolarmente disposti; L'ovvia eccezione a questa regola è la modernissima scrittura Braille, i cui segni sono tattili. La scrittura differisce dai pittogrammi in quanto non solo hanno un'evidente struttura sequenziale lineare. Esistono due tipi principali di scrittura, quella basata sugli ideogrammi, che rappresenta i concetti, e quella basata sui grafemi, che rappresentano la percezione di suoni o gruppi di suoni; un tipo di scrittura basato sui grafemi è alfabetico.Le scritture geroglifiche sono le più antiche delle scritture vere e proprie (ad esempio, la scrittura cuneiforme era prima geroglifica fino a quando alcuni geroglifici non hanno ottenuto un valore fonetico) e sono osservate come una transizione tra i pittogrammi e gli ideogrammi. Nei tempi moderni la scrittura geroglifica è stata trascurata, quindi attualmente ci sono due gruppi principali di scritture: scritture basate su grafemi (cioè scritture i cui segni rappresentano la percezione dei suoni) e scritture ideogrammatiche (cioè scritture i cui segni rappresentano concetti). , " idee"). Dal primo insieme, quello delle scritture grafemiche, il romanzesco (basato sull'alfabeto latino), l'arabo (basato sull'alfabeto arabo), il cirillico, l'ebraico (basato sull'alfabeto ebraico), l'ellenico (basato sull'alfabeto greco), gli indù (generalmente basato su Devanagari) e in misura minore armeno, etiope (abugidas a base di ghez), coreano, georgiano, birmano, copto, ecc. Le scritture glagolitiche e gotiche sono cadute in disuso.Il più delle volte l'intenzione della scrittura è la produzione di testi che saranno oggetto di attività di lettura.

Definizione

La scrittura è un sistema simbolico di registrazione e comunicazione che nel tempo ha significato cose diverse per popoli diversi ed è stato definito in vari modi dalla critica contemporanea. Una delle possibili definizioni è come un sistema di simboli grafici utilizzati per trasmettere il pensiero umano. Un'altra corrente lo intende come la rappresentazione grafica del discorso e come la fissazione del linguaggio parlato, in modo permanente o semipermanente, e può anche essere visto come un sistema di simboli standardizzati per la riproduzione del discorso, del pensiero o di altri messaggi di comunicazione modulo completo o parziale La scrittura può essere completa o incompleta. La scrittura incompleta trasmette un messaggio, ma potrebbe non essere un parallelo molto coerente con il discorso, riprodurre solo poche parole speciali (come nomi di re e dei) o potrebbe non formare un sistema preciso e standardizzato, come nel caso dei pittogrammi scritte o sistemi di segni che sono solo ausili di memoria, come segni per segnare il calendario o per indicizzare conti o genealogie. Per essere completo, uno scritto deve soddisfare tre requisiti fondamentali: deve mirare alla comunicazione; deve essere composto da segni incisi su una superficie, e questi segni devono essere un insieme di elementi in numero limitato, che, attraverso convenzioni specifiche, si riferiscono e riproducono il linguaggio umano.