Società

Article

February 1, 2023

Nel concetto giuridico, diritto commerciale, attività d'impresa, o società, è un'attività economica svolta professionalmente dall'imprenditore attraverso l'articolazione di fattori produttivi per la produzione o la circolazione di beni o servizi. Il concetto giuridico di società non può essere confuso con quello di soggetto di diritto, quello di persona giuridica, né con il luogo in cui si svolge tale attività economica.Secondo Mônica Gusmão: Come spiegato dal civilista Carlos Roberto Gonçalves: Allo stesso modo, comprende la maestra Elisabete Vido:

Etimologia

Secondo l'economista spagnolo Jesús Huerta de Soto:

Storia

La vecchia Teoria degli Atti di Commercio risultante dalla cosiddetta codificazione napoleonica non definì mai molto bene cosa fossero le attività commerciali, i cosiddetti atti di commercio. La definizione di cosa fossero gli atti di commercio non convinceva la dottrina, in quanto molte attività non erano considerate commerciali per ragioni storiche, come nel caso del commercio immobiliare. Inoltre, con la costante innovazione tecnologica del mercato, sono emerse diverse nuove attività, ma non sono state catalogate come atti di commercio a causa della lentezza del processo legislativo l'evoluzione secondo cui, in linea di principio, qualsiasi attività economica che viene svolta professionalmente e in modo organizzato sarebbe considerata una società, essendo protetta, quindi, dal diritto commerciale.

Natura giuridica

La natura giuridica della società non può essere quella di soggetto di diritto perché è un'attività. Riferendosi alla lezione di Ruy de Souza, fa notare Maria Helena Diniz: Sebbene giuristi come Rubens Requião, Marcelo Bertoldi e José Edwaldo Tavares Borba comprendano che la natura giuridica della società è quella di un oggetto di diritto, Marlon Tomazette comprende che dovrebbe essere classificata come un fatto giuridico in senso lato.

Specie aziendali

Secondo Maria Helena Diniz, ci sono tre tipi di società: Attività primaria - estrazione diretta di prodotti dalla natura Attività secondaria - industria o manipolazione del prodotto Attività terziaria - prestazione di servizi e commercio strictu sensu

Teoria poliedrica e imprecisione terminologica nell'uso della parola "azienda"

Il giurista italiano Alberto Asquini, studiando il codice civile italiano del 1942, sviluppò, in un articolo intitolato Profili dell'impresa ("Profili dell'impresa"), la cosiddetta Teoria Poliedrica, che concepiva l'impresa come un fenomeno giuridico, multiforme , definito da quattro profili: Profilo soggettivo - la persona che svolge l'attività Profilo funzionale - la particolare forza motrice che è l'attività aziendale diretta ad un certo ambito produttivo Profilo oggettivo - l'insieme dei beni Profilo aziendale - l'organizzazione formata dall'imprenditore e dai suoi collaboratori destinata a uno scopo comune, tuttavia, come sottolinea il professor Marlon Tomazette: In questo modo, il profilo soggettivo della teoria di Asquini corrisponde al moderno concetto di imprenditore; il profilo oggettivo al concetto di stabilimento; infine, il profilo funzionale alla moderna concezione dell'impresa come attività economica organizzata. Il profilo aziendale non corrisponde alla realtà, poiché aveva senso solo nell'ideologia fascista dell'epoca in cui fu prodotto il Codice italiano, come spiega lo studioso Fábio Ulhoa Coelho:

Vedi anche

Uomo d'affari

Note

Riferimenti