Croazia

Article

August 14, 2022

La Croazia (in croato: Hrvatska, pronunciato AFI: [xř̩ʋaːtskaː]), ufficialmente Repubblica di Croazia (in croato: ? Republika Hrvatska), è un paese europeo situato nei Balcani che confina a nord con la Slovenia e l'Ungheria e a nord-est con l'Ungheria La Serbia ad est con la Bosnia ed Erzegovina ea sud con il Montenegro. È bagnata ad ovest dal mare Adriatico e ha un confine marittimo con l'Italia, sul Golfo di Trieste. Dopo l'invasione dell'Asse della Jugoslavia nell'aprile 1941, la maggior parte del territorio croato fu incorporata in uno stato cliente sostenuto dai nazisti, lo Stato indipendente di Croazia. In risposta, si sviluppò un movimento di resistenza. Ciò portò alla creazione dello Stato Federale di Croazia, che dopo la guerra divenne membro fondatore e costitutivo della Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia. Il 25 giugno 1991 la Croazia dichiarò l'indipendenza, entrata in vigore l'8 ottobre dello stesso anno. La guerra d'indipendenza croata fu combattuta con successo per quattro anni dopo la dichiarazione. Il Paese è membro delle Nazioni Unite, della NATO, dell'Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa, del Consiglio d'Europa e, più recentemente, dell'Unione Europea. La candidatura della Croazia all'Unione Europea (UE) è avvenuta il 1 febbraio 2003 e l'adesione il 1 luglio 2013, essendo il secondo paese formato dal territorio dell'ex Jugoslavia ad aderire all'UE, dopo la Slovenia nel 2004. La Croazia è classificata da la Banca Mondiale come un paese ad alto reddito ed è stato classificato 46° nell'indice di sviluppo umano. L'economia è dominata dai servizi, dai settori industriali e dall'agricoltura. Il turismo è una fonte significativa di reddito, con la Croazia classificata tra le 20 destinazioni turistiche più popolari al mondo. Lo stato controlla una parte dell'economia, con una spesa pubblica consistente. L'Unione europea è il partner commerciale più importante della Croazia. La Croazia offre sicurezza sociale, assistenza sanitaria universale e istruzione primaria e secondaria gratuita e sostiene la cultura attraverso varie istituzioni pubbliche e investimenti aziendali nei media e nell'editoria.

Etimologia

Il toponimo "Croazia" è entrato nella lingua portoghese attraverso il francese croato ("croato"). Questo, a sua volta, sembra derivare dallo slavonico horvat, "montagne". Il gentile per il paese è "croato" ed è registrato in portoghese dal 1538. Esistono anche le alternative più rare: "croato", "croato" e "croato", quest'ultimo solo in riferimento alla lingua del paese. L'origine del nome è incerta, ma si ritiene sia un termine gotico o indoariano attribuito ad una tribù slava. La prima testimonianza conservata dell'etnonimo croato *xъrvatъ è di radice variabile, attestata sulla tavoletta di Baška nello stile zvъnъmirъ kralъ xrъvatъskъ ("Zvonimir, re croato") dell'anno 852. L'originale è andato perduto e solo una copia da 1568 è conservata, sollevando dubbi sull'autenticità della rivendicazione. La più antica iscrizione in pietra conservata è l'iscrizione Branimir del IX secolo trovata vicino a Benkovac, dove il duca Branimir è chiamato Dux Cruatorvm. Si ritiene che l'iscrizione non sia datata con precisione, ma è probabile che sia dall'879 all'892, durante il regno di Branimir.

Storia

Preistoria

L'area conosciuta oggi come Croazia fu abitata per tutto il periodo preistorico. Fossili di Neanderthal risalenti al Paleolitico medio sono stati portati alla luce nel nord della Croazia, con il sito più famoso nella regione di Krapina. Resti di varie culture neolitiche e calcolitiche sono state trovate in tutte le regioni del paese. La maggior parte dei siti si trova nelle valli fluviali della Croazia settentrionale, dove si osservano le colture più significative.