Ciclismo

Article

August 13, 2022

Il ciclismo è la pratica di utilizzare la bicicletta, sia come sport che come mezzo di locomozione.Fu in Inghilterra, a metà dell'ottocento, che nacque il ciclismo, epoca in cui il miglioramento del mezzo permise di raggiungere velocità più elevate . Il ciclismo sportivo è regolato da diverse regole, e generalmente rientra in quattro categorie: gare su strada, gare su pista, gare in montagna (Mountain Bike o MTB) e BMX e si pratica con diverse tipologie e modelli di biciclette. Nella modalità Mountain Bike esistono diverse categorie che si dividono in più o meno radicali, e sono: cross country, su tutti i tipi di terreno, preferibilmente in collina, sia in salita, che in piano o in discesa; il Freeride, con un'andatura più estrema in cui si prediligono salti e discese; Downhill, che è la versione più estrema e pericolosa della MTB che consiste solo in una discesa, solitamente ad alta velocità, che si pratica sia in collina che in città (il cosiddetto downhill urbano o DHU). In termini di salute, il ciclismo è un'attività ritmica e ciclica, ideale per lo sviluppo dei sistemi energetici aerobici e anaerobici, a seconda del tipo di allenamento applicato. Sviluppa il sistema cardiovascolare dei praticanti ed è indicato anche dai medici specialisti come un ottimo esercizio per bruciare il grasso corporeo e sviluppare la resistenza della forza muscolare delle gambe durante l'allenamento. Il mondo moderno ha inventato anche il ciclismo statico, ovvero la pratica di pedalare su cyclette e indoor, in casa, in palestra, in club, ecc., un esercizio aerobico alternativo e sicuro ideale per chi desidera maggiore sicurezza, supporto e facilità di maneggevolezza rispetto al ciclismo su strada o su pista, ed è adatto a persone che hanno determinati tipi di lesioni alle ginocchia, ai fianchi, alla colonna vertebrale e che non possono camminare.

Cronologia ciclistica

Il ciclismo iniziò nel 1890. Tra il 1890 e il 1900 nacquero grandi eventi, che negli anni sono diventati dei classici, alcuni esistono ancora oggi come la Liegi-Bastogne-Liegi. Nel 1891 si svolse la prima grande corsa Audax, o "Randonneurs", tra Parigi e Brest (in Francia), andata e ritorno, per un totale di 1200 km. La corsa è la più tradizionale del ciclismo mondiale e non ha carattere agonistico. I partecipanti gareggiano contro il tempo, con regole diverse, per arrivare al termine di una lunga prova di logistica e superamento. Attualmente, per poter partecipare alla 1200Km, il ciclista deve poter effettuare nello stesso anno le gare di 200, 300, 400 e 600Km, vincendo il cosiddetto "brevet" per eseguire la 1200Km. In Brasile, questo test si svolge dal 2003 con l'autorizzazione dell'Audax Club Parisien. Nel 1893 si tenne il primo Campionato del Mondo (CM), con gare di sprint e di mezzofondo, esclusivamente per corridori amatoriali del mondo.

Sport olimpico

Il ciclismo fa parte del programma olimpico sin dalla prima edizione moderna dei Giochi di Atene, nel 1896, quando gli eventi si svolgevano solo su pista, con biciclette estremamente aerodinamiche. Fino ai Giochi del 1984 a Los Angeles, c'era solo la partecipazione maschile. Le donne hanno iniziato a partecipare a eventi su strada alle Olimpiadi di Seul nel 1988. Alle Olimpiadi di Atlanta del 1996 si aggiunse la modalità della mountain bike (cross-country), praticata in Mountain Bike. Alle Olimpiadi di Pechino 2008 è stata aggiunta un'altra modalità di questa disciplina, "BMX SX" (BMX Supercross), che incorpora nuove difficoltà come una pendenza più ripida e salti più grandi, con velocità considerevole.

Paraciclismo

Il paraciclismo è uno sport che deriva dal ciclismo, rivolto alle persone con disabilità. La sua pratica si effettua con l'utilizzo di un handbike, che è una specie di triciclo pedalabile con le mani. Al velodromo le moto non hanno il cambio e la competizione si svolge su una pista ovale che varia dai 250 ai 325 metri.