Bob Geldof

Article

August 13, 2022

Bob Geldof KBE (Dún Laoghaire, 5 ottobre 1951) è un cantante, cantautore e umanista irlandese.

Il muro

Ha interpretato il ruolo principale nella versione cinematografica di "The Wall" realizzata nel 1982 dalla MGM con il titolo Pink Floyd The Wall. Il film è stato diretto da Alan Parker ed è basato sull'album del gruppo rock progressivo Pink Floyd. Nonostante il film sia stato uno dei suoi lavori più importanti, Bob ha già dichiarato di non amare la musica dei Pink Floyd. Questa affermazione è discutibile, poiché lo stesso Bob si è già esibito nella canzone Comfortably Numb, al Meltdown Concert nel 2002, con David Gilmour.

Cerotto

I Boomtown Rats non rimasero al vertice a lungo e nel 1984 la loro carriera era andata in picchiata. Nel novembre di quell'anno Geldof vide un servizio alla BBC sulla carestia in Etiopia e promise di fare qualcosa al riguardo. Consapevole di poter fare poco o niente da solo, chiese aiuto a Midge Ure degli Ultravox e insieme scrissero rapidamente la canzone Do They Know It's Christmas?. Insieme a Bono e The Edge (entrambi degli U2), Boy George, Paul McCartney, Duran Duran, tra gli altri. Geldof è riuscito a organizzare un'intervista con il DJ Richard Skinner della BBC Radio 1, ma invece di discutere del suo nuovo album (il motivo principale per andare in programma), ha colto l'occasione per pubblicizzare l'idea di montare un singolo di beneficenza, in modo che quando i musicisti sono stati reclutati, c'era già un enorme interesse da parte dei media per l'evento. Usando i poteri di persuasione che lo resero famoso, formò un gruppo chiamato Band Aid, composto da musicisti pop rock britannici, che all'epoca erano tutti al primo posto. Il singolo è stato pubblicato poco prima di Natale con l'obiettivo di raccogliere fondi per porre fine alla carestia in Etiopia. Geldof sperava di raccogliere £ 70.000, tuttavia il profitto sarebbe stato di molti milioni, rendendolo il singolo più venduto in tutta la storia del Regno Unito. L'idea è stata copiata pochi mesi dopo negli Stati Uniti con la canzone "We Are The World" di Michael Jackson, Stevie Wonder e Lionel Richie, essendo quest'ultimo il primo punto di contatto di Geldof. Questo singolo ha scalato le classifiche su entrambe le sponde dell'Atlantico.

Live Aid

Non soddisfatto dell'enorme successo del singolo Band Aid, Geldof decise di organizzare (e suonare con i Rats) il concerto di beneficenza Live Aid, che raccolse fondi senza precedenti per la causa e viaggiò per il mondo con l'obiettivo di fare più soldi. Geldof sfidò persino Margaret Thatcher, all'epoca primo ministro britannico, a fare un'importante rivalutazione della politica del governo britannico in relazione all'eliminazione della fame nel mondo. In riconoscimento del suo lavoro ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui una nomination per il Premio Nobel per la Pace e il titolo onorifico di cavalierato conferito dalla regina Elisabetta II, non avendo il titolo di Sir (titolo esclusivamente per i britannici) a causa del suo status irlandese. Tuttavia, per cortesia c'è chi lo chiama "Sir Bob Geldof" e persino "Saint Bob". Dopo lo scioglimento dei Boomtown Rats, Geldof iniziò una carriera da solista, pubblicando una serie di album con un discreto successo, avendo suonato anche con David Gilmour (dei Pink Floyd). Bob Geldof, che è uno degli uomini più riconosciuti e ammirati al mondo, non ha mai esitato a dire apertamente quello che pensa, anche se potrebbe ferire alcune importanti personalità del potere.

Vivi 8

Insieme a Bono degli U2, ha dedicato gran parte del suo tempo dal 2000 alla lotta per la remissione del debito estero dei paesi africani. Il 2 e 6 luglio 2005 ha organizzato Live 8, una serie di concerti che si sono svolti nei paesi del G8, in coincidenza con il 20° anniversario del Live Aid. Questo evento aveva lo scopo di spingere i leader mondiali a perdonare il debito estero delle nazioni più povere del mondo, aumentare e migliorare gli aiuti e negoziare regole commerciali più eque che