Bloemfontein

Article

January 29, 2023

Bloemfontein o, in inglese, Blumefontaina ("fontana di fiori" in afrikaans e olandese), attualmente conosciuta anche come Mangaung ("il luogo in cui dimora il ghepardo (o ghepardo)" in Sesotho), è la sesta città più grande del Sud Africa. e una delle tre capitali del paese, insieme a Pretoria e Cape Town. È la capitale giudiziaria del paese, nonché la capitale della provincia del Free State (in inglese: Free State; in afrikaans: Vrystaat). È la sede e la città più grande del comune locale di Mangaung, con 256.000 abitanti (stima 2011).

Storia

Sebbene storicamente un insediamento prevalentemente afrikaans, Bloemfontein fu ufficialmente fondata nel 1846 dal maggiore dell'esercito britannico Henry Douglas Warden come avamposto britannico nella regione di Transoranje, a quel tempo occupata da vari gruppi di persone tra cui trekker boeri (immigrati) dalla Colonia del Capo, Griqua e Basuto. Con i cambiamenti nella politica coloniale, la regione divenne la Sovranità del fiume Orange (1848-1854) e infine la Repubblica dell'Orange Free State (1854-1902). Tra il 1902 e il 1910 è stata la capitale della colonia del fiume Orange e da allora è stata la capitale provinciale dell'Orange Free State (poi Free State). Nel 1910 divenne la capitale giudiziaria del paese.

Fondazione e primi giorni

La città fu fondata nel 1846 attorno a un forte. Warden inizialmente scelse il sito soprattutto per la sua vicinanza alla strada principale per Winburg, l'ampia campagna aperta e l'assenza di peste equina.

1854-1898

In quanto capitale della Repubblica dell'Orange Free State, la crescita e la maturazione della Repubblica hanno alimentato la crescita della città. Furono costruiti numerosi edifici pubblici tuttora in uso, e ciò fu molto facilitato dall'eccellente forma di governo della Repubblica (che acquisì il modello della periodicità repubblicana) e dall'indennità britannica per la perdita dell'area ricca di diamanti di Griqualandia. . Tra i suoi edifici storici più importanti c'è l'ex "Raadsaal", dove si riuniva il Consiglio dello Stato Libero di Orange. Nel 1890 fu costruita una ferrovia che collegava Città del Capo e Bloemfontein. Il famoso scrittore J. R. R. Tolkien nacque in questa città il 3 gennaio 1892.

La seconda guerra anglo-boera

Nel 1899, la città ospitò la Conferenza di Bloemfontein, che non riuscì a prevenire lo scoppio della seconda guerra anglo-boera. La conferenza è stato un ultimo disperato tentativo di prevenire la guerra tra l'Inghilterra e la Repubblica del Transvaal; Con il suo fallimento si preparò il terreno per la guerra, scoppiata l'11 ottobre 1899. La linea ferroviaria di Città del Capo forniva una stazione ferroviaria centrale e in seguito si rivelò determinante nell'occupazione britannica della città. Il 13 marzo 1900, dopo la battaglia di Paardeberg, le forze britanniche conquistarono la città e costruirono un campo di concentramento nelle vicinanze per ospitare donne e bambini boeri. Il National Women's Memorial alla periferia della città onora le 26.370 donne e bambini, oltre a 1.421 uomini anziani e 14.154 uomini di colore (sebbene alcune fonti considerino i record insoddisfacenti e che questo numero potrebbe raggiungere 20.000 durante la seconda guerra boera .[citazione necessaria]

XX secolo

L'African National Congress (ANC) - oggi partito al governo - fu fondato a Bloemfontein per difendere i diritti della maggioranza nera l'8 gennaio 1912, e annoverò tra i suoi fondatori John Dube (primo presidente) e il poeta e scrittore Sol Plaatje membri. Fino al 1994, la città era l'unica capitale giudiziaria del Sud Africa. Rimane la sede della Corte Suprema d'Appello (già Divisione d'Appello della Corte Suprema) ed è quindi generalmente considerata capitale giudiziaria. �