Nord America

Article

December 2, 2022

Il Nord America è un subcontinente che comprende la parte settentrionale del continente americano. Ci sono due modi per classificare questo continente: il primo considera che il Nord America sia solo la parte più settentrionale dell'America, separata dall'America Centrale al confine tra Messico e Guatemala, la seconda classificazione riconosce solo un Nord America e un'America del Sud, tracciando il confine sull'istmo di Panama (a volte sul Canale di Panama, a volte sul confine Panama-Colombia). Con quest'ultima definizione, il Nord America includerebbe l'America centrale continentale e insulare (caraibica). In effetti, il Nord America poggia sulla propria placca tettonica - la placca nordamericana (che copre anche parte dell'Asia orientale) - mentre l'America centrale, a sud della penisola dello Yucatán, poggia sulla placca caraibica. Il subcontinente è limitato a nord dall'Oceano Glaciale Artico, a est dall'Oceano Atlantico, a sud dall'America Centrale (o dal Sud America, qualunque sia la definizione considerata). dal Golfo del Messico e dal Mar dei Caraibi e ad ovest dall'Oceano Pacifico. Comprende anche, oltre alla terraferma, la Groenlandia (l'isola più grande del mondo), Terranova, l'arcipelago artico canadese, le Aleutine, l'isola di Vancouver, le isole Queen Charlotte e una miriade di altre isole, sparse nei mari. circondarlo.

Storia

Esplorazione

Sebbene i navigatori scandinavi si stabilirono in Groenlandia durante il X secolo e alla fine raggiunsero il Nord America intorno al 1000 d.C., questi esploratori contribuirono poco alla conoscenza della regione.

Esplorazioni spagnole

Dopo che Cristoforo Colombo raggiunse le Isole Bahamas nel 1492, diversi esploratori spagnoli, partendo dall'isola di Hispaniola, iniziarono lo scavo delle terre continentali corrispondenti all'America centrale e settentrionale. Nel 1519, Hernán Cortés iniziò la conquista del Messico. Sei anni prima, però, la Florida era stata scavalcata da Juan Ponce de León, e nello stesso anno in cui Cortes prese possesso del Messico, Alonso de Pineda fece il giro del Golfo del Messico. Durante gli anni 1524 e 1525, il portoghese Estevão Gomes, al servizio della Spagna, viaggiò dalle Grand Banks alla Florida. Spedizioni successive raggiunsero l'interno del continente: Pánfilo de Narváez sbarcò in Florida (1528), mentre Álvar Núñez Cabeza de Vaca e lo schiavo nero raggiunsero il Messico settentrionale (1536) dalla baia di Galveston. Le spedizioni iniziate da Hernando de Soto e Marcos de Niza (1539) e Francisco Vásquez de Coronado (1540) seguirono rotte che si estendevano dal Grand Canyon al fiume Savanna, alla valle del Mississippi oltre l'Ohio e al fiume Kansas. Le prime spedizioni spagnole furono completate nel 1542-43, quando Juan Rodríguez Cabrillo e Bartolomé Ferrelo esplorarono la costa del Pacifico dalla Bassa California fino a un punto oltre la latitudine 42º00'00"N.

Esplorazioni in inglese, francese e olandese

Mentre gli spagnoli esploravano le basse latitudini, altri europei esploravano le coste a nord. Dopo il viaggio del navigatore genovese João Caboto, nel 1497, al servizio dell'Inghilterra, il francese Jacques Cartier risalì il fiume São Lourenço nel 1534 e Sir Francis Drake esplorò la costa del Pacifico (1578-79). All'inizio del XVII secolo, francesi e baschi si stabilirono nel Golfo di São Lourenço, dedicandosi al commercio delle pellicce. I mercanti francesi fondarono Port Royal (1605), ma nel 1608 il Quebec divenne il centro del commercio delle pellicce, e da quell'emporio il governatore francese del Canada, Samuel de Champlain, tentò di scoprire una porta per il Pacifico. Le esplorazioni di Champlain e dei missionari francesi portarono allo sfruttamento del sistema di São Lourenço-Grandes Lagos (1650). Le rivalità tra francesi e francesi