Azzorre

Article

December 9, 2022

Le Azzorre, ufficialmente Regione Autonoma delle Azzorre, sono un arcipelago transcontinentale e territorio autonomo della Repubblica Portoghese, situato nell'Atlantico nordorientale, dotato di autonomia politica e amministrativa, sancito dallo Statuto Politico-Amministrativo della Regione Autonoma del Azzorre. Le Azzorre fanno parte dell'Unione Europea con lo status di regione ultraperiferica del territorio dell'Unione, come stabilito dagli articoli 349 e 355 del Trattato sul funzionamento dell'Unione Europea. Nel censimento del 2021 è stata registrata una popolazione totale residente nella regione di 236.657 persone.

Storia

Con quasi sei secoli di continua presenza umana, le Azzorre conquistarono un posto importante nella storia del Portogallo e nella storia dell'Atlantico: si costituirono in scala per le spedizioni delle Scoperte e per le navi della cosiddetta Carreira da Índia , delle flotte d'argento, e del Brasile; contribuito alla conquista e al mantenimento delle piazze portoghesi in Nord Africa; quando la crisi di successione del 1580 e le guerre liberali (1828-1834) costituirono capisaldi della resistenza; durante le due Guerre Mondiali, in vitale supporto strategico alle forze alleate, rimanendo, fino ad oggi, in un centro di comunicazione e supporto per l'aviazione militare e commerciale. La scoperta dell'arcipelago delle Azzorre, come quello di Madeira, è una delle questioni più controverse nella storia delle Scoperte. Tra le varie teorie al riguardo, alcune si basano sulla valutazione di varie carte genovesi prodotte a partire dal 1351, che portano gli storici ad affermare che quelle isole erano già note quando le spedizioni alle Canarie effettuate intorno al 1340-1345, nel regno di Alfonso IV del Portogallo. Altri menzionano che la scoperta delle prime isole (São Miguel, Santa Maria, Terceira) è stata effettuata da marinai al servizio dell'infante D. Henrique, sebbene non vi sia alcun documento scritto che confermi e provi questo fatto. A supportare questa versione c'è solo una serie di scritti successivi, basati sulla tradizione orale, creati nella prima metà del XV secolo. Alcune tesi più audaci considerano, tuttavia, che la scoperta delle prime isole sia avvenuta al tempo di Afonso IV del Portogallo e che i viaggi compiuti al tempo dell'infante D. Henrique non fossero altro che semplici riconoscimenti. Inoltre, sarebbero stati recentemente scoperti templi scavati nella roccia risalenti al IV secolo a.C., forse di paternità cartaginese. Queste presunte scoperte sono contestate dagli specialisti.Quello che si sa concretamente è che Gonçalo Velho arrivò sull'isola di Santa Maria nel 1431, realizzando negli anni successivi la (ri)scoperta - o riconoscimento - delle altre isole dell'arcipelago delle Azzorre , in direzione di progressione da est a ovest. Una lettera dell'infante D. Henrique, datata 2 luglio 1439 e indirizzata al fratello D. Pedro, è il primo riferimento sicuro sull'esplorazione dell'arcipelago. A quel tempo, le isole di Flores e Corvo non erano ancora state scoperte, cosa che sarebbe avvenuta solo intorno al 1450, per opera di Diogo de Teive. Nel frattempo, l'infante D. Henrique, con l'appoggio di sua sorella D. Isabel del Portogallo, duchessa di Borgogna, ordinò l'insediamento dell'isola di Santa Maria. I portoghesi iniziarono a popolare le isole intorno al 1432, provenienti principalmente dall'Algarve, dall'Alentejo, dall'Estremadura e dal Minho, dopo di che si registrò l'ingresso di fiamminghi, britannici e altri europei e nordafricani. Fin dall'inizio e data la necessità di difendere il popolo, mantenere una posizione strategica portoghese in mezzo all'Atlantico e l'immensa ricchezza che ha attraversato questa terra dall'Impero portoghese e in seguito anche dall'Impero spagnolo, le isole Azzorre erano praticamente fortificato fin dall'inizio dell'insediamento. Così si trova sulle isole 161 infrastrutture