etica

Article

January 29, 2023

L'etica (dal greco ethos: "carattere", "costume") è l'insieme degli standard morali e dei valori di un gruppo o individuo. In filosofia, etica, filosofia etica (dal greco ἠθική [φιλοσοφία]) o filosofia morale ( dal latino mos, mores) è la scienza che studia le ragioni che costruiscono e distorcono i modelli di comportamento umano, risultato del vivere in società.I valori sono principi e qualità intrinsecamente desiderabili che costruiscono il pensiero e il comportamento.

Etimologia

Ethos (ἦθος, ἔθος; pl.: ethe, ἤθη; ethea, ἤθεα) è una parola greca che originariamente significava "luogo abituale" (come in ἤθεα ἵππων "gli habitat dei cavalli", Iliade 6511, 15268), principalmente nella forma con la lettera eta, ἦθος, venendo a denotare il solito modo di agire e di essere, il carattere, la "nobile disposizione"; questa forma è anche usata per riferirsi all'essere intimo degli animali. Platone usa entrambi i termini (ἦθη καὶ ἔθη) come interconnessi e complementari nel senso di "carattere e abitudini di vita", come ne La Repubblica. Ethos costituisce la radice di ethikos (ἠθικός), che significa "moralità, dimostrazione di carattere morale".

Sviluppo

Nella filosofia classica, l'etica non si limitava ad usi o costumi socialmente definiti e comuni, ma cercava il fondamento teorico per trovare il modo migliore per vivere e convivere, cioè la ricerca del miglior stile di vita, sia nel privato che nella vita. pubblico. L'etica includeva la maggior parte dei campi della conoscenza che non erano coperti dalla fisica, dalla metafisica, dall'estetica, dalla logica, dalla dialettica o dalla retorica. Pertanto, l'etica comprendeva i campi che attualmente sono chiamati antropologia, psicologia, sociologia, economia, pedagogia, a volte politica e persino educazione fisica e dietetica, [citazione necessaria], campi direttamente o indirettamente collegati a ciò che influenza il modo di vivere o stile di vita. Un esempio di questa visione classica dell'etica può essere trovato nell'Etica di Spinoza. I filosofi tendono a dividere le teorie etiche in tre aree: metaetica, etica normativa ed etica applicata. Tuttavia, con la crescente professionalizzazione e specializzazione delle conoscenze che seguì la rivoluzione industriale, la maggior parte dei campi oggetto di studio della filosofia, in particolare dell'etica, si stabilirono come discipline scientifiche indipendenti. Pertanto, è comune che l'etica sia attualmente definita come "l'area della filosofia che si occupa dello studio delle norme morali nelle società umane" e cerchi di spiegare e giustificare i costumi di un particolare gruppo umano, oltre a fornire sussidi per la soluzione dei loro problemi dilemmi più comuni. In questo senso, l'etica può essere definita come la scienza che studia la condotta umana e la moralità è la qualità di questa condotta, se giudicata dal punto di vista del Bene e del Male. L'etica è intrinsecamente correlata alla definizione di moralità, a interrogarsi e giudicare quali sono i valori buoni e cattivi nelle relazioni umane (assiologia), poiché il suo campo di studio è chiarire quale può o dovrebbe essere una normatività di condotta, se esiste è possibile definire. Nonostante la connotazione negativa della morale come legata all'obbedienza a usi e costumi ricevuti, la sua definizione essenziale è la stessa dell'etica e, al contrario, cerca di fondare in modo razionale le azioni morali. Anche l'etica non deve essere confusa con la legge, sebbene la legge sia spesso basata su principi etici. Contrariamente a quanto avviene con la legge, nessun individuo può essere obbligato, dallo Stato o da altri individui, al rispetto di norme etiche, né subire alcuna sanzione per la loro disobbedienza; d'altra parte, la legge può tacere su questioni che rientrano nell'ambito dell'etica.

Definizione e oggetto di studio

Lo studio dell'etica all'interno della filosofia può essere suddiviso in s