Contenuti gratuiti

Article

June 27, 2022

Contenuti gratuiti, informazioni gratuite: qualsiasi tipo di lavoro creativo che soddisfi le caratteristiche di un bene culturale gratuito.

Definizione di

Un bene culturale gratuito (contenuto libero) è, secondo la definizione di beni culturali gratuiti, un'opera che non è soggetta a restrizioni legali significative alla libertà: usa il lavoro e goditi i vantaggi di usarlo conoscere il lavoro e applicare le conoscenze così acquisite creare e distribuire copie di informazioni o lavori apportare modifiche e correzioni e distribuire opere derivate Sebbene ci siano molte definizioni nell'uso quotidiano, il contenuto gratuito è legalmente molto simile, se non identico, al contenuto aperto. Allo stesso modo, i concetti alternativi di libero e open source differiscono per considerazioni filosofiche piuttosto che legali. Ad esempio, l'Open Knowledge Foundation in Open Definition descrive "apertura" come sinonimo di "libertà" come usato nel termine "beni culturali liberi" (come nella definizione di open source e software libero). Per i contenuti gratuiti o open source, entrambi i movimenti raccomandano le stesse tre licenze Creative Commons, sotto CC BY, CC BY-SA e СС0.

Problemi legali

Copyright

Il diritto d'autore (cfr. tutti i diritti riservati) è un concetto legale che dà all'autore la possibilità di controllare l'uso della sua opera. In molti paesi, questo controllo è limitato nel tempo e, dopo un certo periodo di tempo, l'opera diventa di pubblico dominio. Finché vige il diritto d'autore, l'uso dell'opera può avvenire solo con il consenso dell'autore, a meno che non rientri nei limiti dell'uso consentito. Il controllo dell'autore tradizionale limita l'uso dell'opera a coloro che pagano l'autore per utilizzare il contenuto o operano entro i limiti del fair use. In secondo luogo, il sistema limita l'uso di contenuti difficili da trovare. In terzo luogo, crea barriere tra gli autori, limitando la creatività derivata, inclusi mash-up e co-creatività.

Dominio pubblico

Il pubblico dominio è una raccolta di opere creative i cui diritti di proprietà sono scaduti o non esistevano; così come una raccolta di creazioni che non sono soggette a copyright. Chiunque può modificare, distribuire o utilizzare in altro modo le opere senza alcun effetto di copyright proprietario. Un'opera di pubblico dominio o con licenza libera può essere definita copycenter.

Copyleft

Copyleft è un gioco di parole, il nome della pratica di applicare gli standard del copyright per rimuovere le restrizioni alla distribuzione di copie e versioni modificate di un'opera. A differenza delle opere di pubblico dominio, l'autore conserva il copyright dell'opera, ma concede a tutti una licenza non esclusiva per distribuire e spesso anche modificare l'opera. Le licenze copyleft richiedono che qualsiasi opera derivata sia distribuita alle stesse condizioni dell'opera originale. Un simbolo comunemente associato al copyleft è un segno di copyright invertito. A differenza del simbolo del copyright, il simbolo del copyleft non è definito dalla legge.

Utilizzo

Supporto

Nei media, che includono testo, audio e video, le licenze libere, comprese alcune licenze Creative Commons, consentono la distribuzione di opere a determinate condizioni chiaramente definite. Non tutte le licenze Creative Commons sono gratuite: variano notevolmente nell'ambito di utilizzo consentito. Nel febbraio 2008, le licenze CC gratuite sono state approvate come "adatte a beni culturali gratuiti". Esistono repository che raccolgono solo contenuti gratuiti (foto, clip art, musica) e letteratura.

Software

I modelli di sviluppo open source incorporano processi di revisione esperta e forniscono vantaggi collaborativi simili al mo classico