Referendum in Kazakistan nel giugno 2022

Article

June 27, 2022

Il 5 giugno 2022 si è tenuto il referendum in Kazakistan. La questione riguardava l'adozione di emendamenti alla Costituzione della Repubblica del Kazakistan. L'affluenza è stata del 68,05%. Il 77,18% degli elettori ha sostenuto gli emendamenti.

Sfondo

All'inizio di gennaio 2022 sono scoppiate proteste di massa nella città di Zhangaözen a causa dell'improvviso aumento del prezzo del gas naturale liquefatto. Ben presto persone provenienti da tutto il Paese sono scese in piazza e le richieste economiche si sono trasformate in politiche: il governo è stato destituito, è stato chiesto il diritto di eleggere gli akim (autorità locali) e Nursultan Nazarbayev, che ha governato il Paese per 29 anni, è stato apertamente richiesto. Mentre le proteste sono state represse, il presidente del Kazakistan, Kasym-Żomart Tokayev, ha destituito il governo, ha abbassato i prezzi del gas naturale liquefatto e dei prodotti alimentari e ha annunciato un progetto per costruire un "Nuovo Kazakistan", proponendo 56 emendamenti alla Costituzione.

Referendum

Domanda referendaria

Il 5 maggio è stato indetto il quesito referendario:

Correzioni

Secondo gli autori degli emendamenti, il loro scopo è limitare i poteri del presidente: al presidente non sarà consentito aderire a nessun partito politico. Gli emendamenti lo vietano anche a giudici, membri di commissioni elettorali, personale militare, dipendenti dei servizi di sicurezza nazionale e forze dell'ordine. Ai membri della famiglia del presidente è vietato ricoprire posizioni statali e di leadership nel settore semi-pubblico. Gli emendamenti prevedono anche una modifica delle modalità di elezione degli akim: saranno ancora nominati dal presidente, ma la loro nomina richiederà ora l'approvazione degli organi di rappresentanza locali (maslihats). Inoltre, gli emendamenti escludono dalla politica il primo presidente del Kazakistan, Nursultan Nazarbayev: sebbene il suo ultimo mandato presidenziale sia terminato nel 2019, di fatto è rimasto al potere fino a gennaio 2022. I nuovi emendamenti aboliscono il suo status di "gaff".) .

Risultati

Su 11.734.642 aventi diritto al voto, hanno partecipato al referendum 7.985.769, ovvero il 68,05%. Di questi, 6.163.516 persone (77,18%) erano favorevoli agli emendamenti. 1.490.470 persone, ovvero il 18,66%, hanno votato contro gli emendamenti. Il numero di schede in cui sono state selezionate entrambe le risposte, cioè ritenute valide ma non incluse nel conteggio dei voti, è stato pari a 1,58%. Il numero di altri voti non validi è stato del 2,58%. La partecipazione più bassa è stata notata nella città separata di Almaty (32,99%), la più alta - nell'oblast del Turkestan (80,31%). L'emendamento ha ricevuto il sostegno più basso anche tra gli abitanti di Almaty (65,22%) e il più alto - nell'Oblast di Akmola (81,98%).

Note a piè di pagina