Tumore

Article

February 2, 2023

Cancro (latino neoplasma, abbreviazione npl., da stgr. Νέος, nuovo e πλάσμα, creazione, prodotto, forma) - un gruppo di malattie in cui le cellule del corpo si dividono in modo incontrollato e le cellule tumorali appena formate lo fanno non si differenziano in cellule tissutali tipiche. La perdita del controllo sulle divisioni è correlata alle mutazioni dei geni che codificano per le proteine ​​che partecipano al ciclo cellulare: proto-oncogeni e anti-oncogeni. Queste mutazioni fanno sì che la cellula non risponda correttamente o non ai segnali dal corpo. La formazione di una neoplasia maligna richiede diverse mutazioni, quindi un lungo (ma solitamente asintomatico) periodo di sviluppo della malattia. Nelle persone con una predisposizione familiare al cancro, alcune di queste mutazioni sono ereditate. I campi della medicina che si occupano della diagnosi e del trattamento delle malattie neoplastiche sono l'oncologia, la chirurgia oncologica, la patomorfologia (in particolare l'istopatologia e la citopatologia).

Statistiche

L'Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro stima che nel 2008 12,7 milioni di persone si sono ammalate di cancro e 7,5 milioni sono morte a causa del cancro. In Europa, ogni anno a 1,7 milioni di persone viene diagnosticato il cancro e circa 965.000 persone ne muoiono. Ogni anno in Polonia si registrano circa 150.000 casi e 90.000 decessi per cancro. Pertanto, le statistiche mostrano che il cancro è un grave problema sanitario e sociale.

Caratteristiche della cellula cancerosa

Le seguenti sono le caratteristiche che distinguono le cellule neoplastiche dalle cellule "normali": potenziale di replica illimitato produzione di fattori di crescita propri insensibilità agli inibitori della crescita esterni interruzione dei meccanismi apoptotici la capacità di formare metastasi neoplastiche e di angiogenesi (creando la propria rete di vasi sanguigni) "Fuga" dalla sorveglianza immunitaria riprogrammazione metabolica durante l'ipossia inducendo l'infiammazione instabilità genomica.

Meccanismi immunologici di difesa antitumorale

I meccanismi immunitari di difesa antitumorale includono, ma non sono limitati a: citotossicità cellulare anticorpo dipendente Citotossicità dei linfociti Tc citotossicità dei neutrofili e dei macrofagi attivati attività delle citochine (comprese interleuchine, interferoni, chemochine, superfamiglia del TNF) la citotossicità complemento dipendente degli anticorpi

Fasi della cancerogenesi

l'azione degli agenti cancerogeni mutazione mitosi intensa di cellule alterate crescita in tessuto sano angiogenesi migrazione formazione di metastasi neoplastiche

Tipi di cancro

tumore benigno (neoplasma benigno) tumore maligno (neoplasma maligno) Neoplasia localmente maligna Un'altra classificazione - basata sul tipo di tessuto da cui hanno origine le neoplasie - le divide in due tipi: epiteliale - situato nell'epitelio, cioè il tessuto di rivestimento, ad es. apparato digerente, ghiandole, sistema respiratorio o pelle. Le neoplasie epiteliali non maligne sono, ad esempio, adenoma, papilloma - dal nome del tipo di epitelio da cui ha origine la lesione. Per le neoplasie epiteliali maligne è stato introdotto il concetto di cancro, che si applica solo a questo gruppo di malattie. Il suo nome deriva dal tipo di epitelio staminale (adenocarcinoma o carcinoma a cellule squamose) Non epiteliale - nel caso di neoplasie benigne non epiteliali, i nomi delle entità malate vengono creati trasformando il nome del tessuto da cui provengono le neoplasie originano, ad es. mioma, lipoma, si distinguono per origine: da tessuti molli e ossa - sarcomi: ad esempio sarcoma vascolare (angiosarcoma), liposarcoma (liposarcoma). dalle cellule del pigmento - melanomi: ad esempio melanoma cutaneo, melanoma delle mucose, melanoma oculare, dal sistema ematopoietico