Nawodczik-2

Article

June 27, 2022

Nawodczik-2 (russo: Наводчик-2) - Sistema di controllo del volo di veicoli aerei senza pilota russo, utilizzato dalle forze armate della Federazione Russa.

Descrizione

L'Izmasz - Unmanned Systems Plant (in russo: ООО Ижмаш - Беспилотные системы) a Izhevsk ha completato i lavori di ricerca e sviluppo sul sistema nel 2010. Nell'ambito dell'attuazione dell'accordo statale del 15 aprile 2013, la produzione e la consegna di Nawodchik-2 i sistemi alle unità dell'esercito iniziarono in russo. Introdotto in servizio nel 2014, il sistema Nawodchik-2 è destinato al trasporto di droni militari, al controllo del loro volo e alla ricezione di informazioni da essi, elaborandoli e trasmettendoli automaticamente alle unità di artiglieria con armi da fuoco e missilistiche e all'Aeronautica Militare della Federazione Russa. Il sistema comprende sette velivoli senza pilota dei tipi Granat-1, Granat-2, Granat-3 e Granat-4. Gli UAV possono trasportare apparecchiature fotografiche e cinematografiche operanti nel campo del visibile o dell'infrarosso. Inoltre, possono essere dotati di apparecchiature per la guerra radioelettronica. Il funzionamento dei droni Granat-1, Granat-2 e Granat-3 viene effettuato dal container situato sul telaio del camion KamAZ 4350, che ospita due stazioni di controllo. L'intero sistema è gestito da quattro soldati. Il drone Granat-4 è azionato da una stazione di controllo montata sul telaio del camion degli Urali, che trasporta anche due droni di questo tipo. Il container è dotato di un'antenna NSU che può essere sollevata fino a un'altezza di 5 M. Il tempo di preparazione del sistema per le operazioni di combattimento non supera i 40 minuti. Il sistema è progettato per funzionare a temperature da -50°C a +50°C. Il sistema è stato presentato al Forum tecnico e militare internazionale "ARMIA-2019", durante il quale sono stati mostrati la stazione di controllo a terra del sistema e i droni da essa gestiti.

Utilizzo

Il sistema è stato utilizzato nel settembre 2013 durante un'esercitazione da parte delle unità del Distretto Militare Centrale delle Forze Armate della Federazione Russa nella regione di Kemerovo. È stato utilizzato per correggere il fuoco delle unità di artiglieria dotate di sistemi missilistici BM-27 Uragan e obici semoventi 2S19 Msta-S. Nella valutazione dei partecipanti, grazie alle informazioni fornite dal sistema Nawodczik-2, gli obiettivi sono stati distrutti 1,5-2 volte più velocemente rispetto ai metodi di osservazione del campo di battaglia precedentemente utilizzati. La capacità di tracciare più target contemporaneamente, indipendentemente dall'ora del giorno, è stata valutata particolarmente favorevole. Successivi test sono stati effettuati nel febbraio 2014 presso la 102a base militare russa situata a Gyumri, in Armenia. Di conseguenza, l'efficacia della ricognizione e delle unità speciali è risultata cinque volte maggiore. Nell'autunno del 2014 sono stati effettuati dei test nei campi di addestramento di Alagjaz, Kamchut e Bagramian. Questo sistema è stato anche menzionato più volte nel contesto dello svolgimento di esercitazioni presso la 4a base militare della Federazione Russa, che si trova nella regione di Tskhinvali in Georgia. Un numero più sconosciuto di copie del sistema Nawodchik-2 è stato consegnato alle forze separatiste della Repubblica popolare di Donetsk, la sua presenza è stata trovata in quest'area nel novembre 2020.

Note a piè di pagina

Bibliografia

L'ascesa dei robot militari russi: teoria, pratica e implicazioni. Analisi. 2'21, febbraio 2021. Tallinn: Centro internazionale per la difesa e la sicurezza Centro internazionale per la difesa e la sicurezza. ISSN 2228-2076.