Morte cardiaca improvvisa

Article

February 2, 2023

Morte cardiaca improvvisa, morte cardiaca improvvisa (lat. mors subita cardialis) - morte inaspettata, preceduta da un'improvvisa perdita di coscienza, che si verifica entro un'ora dall'insorgenza dei sintomi in una persona con cardiopatia precedentemente nota o latente. I disturbi fisiopatologici alla base della morte cardiaca improvvisa sono: fibrillazione ventricolare, tachicardia ventricolare, asistolia e dissociazione elettromeccanica.

Definizione e classificazione

La definizione di morte cardiaca improvvisa e l'inclusione di un dato decesso in questo gruppo possono talvolta essere controverse e richiedere ulteriori chiarimenti, in quanto vi sono dubbi su quando una morte inaspettata debba essere considerata improvvisa e su come determinare la causa cardiaca della morte. Caratteristiche della morte cardiaca improvvisa: naturale - morte avvenuta nel corso di processi biologici, non dovuta a cause esterne o traumatiche improvviso: non passano più di 60 minuti dall'insorgenza dei sintomi alla morte cardiaco - a differenza di altre cause di morte improvvisa, come l'embolia polmonare massiva o l'ictus, la causa deriva dalla patologia cardiaca ed è per lo più aritmica inaspettato - la persona non aveva una malattia "cardiaca" prima, o se lo aveva, la sua condizione era abbastanza stabile da non predire la morte.Va notato che non tutte le morti improvvise sono di origine cardiaca (ad esempio ictus, rottura di aneurisma aortico, embolia massiva dell'arteria polmonare) e che non tutte le morti cardiache sono improvvise (ad es. morte per shock dovuta a tachicardia ventricolare).

Epidemiologia

Sulla base degli studi epidemiologici finora condotti, si stima che i decessi causati da morte cardiaca improvvisa avvengano con una frequenza da 0,36 a 1,28 per 1000 persone. Il rischio di SCD nella popolazione generale è di circa lo 0,1% all'anno. Dipende dall'età e dal sesso. Gli uomini hanno maggiori probabilità di cadere vittime di SCD. Maggiore è l'età e più casi registrati di SCD nella famiglia del paziente, episodi di sincope e arresto cardiaco improvviso (SCA), maggiore è il rischio di SCD. I suddetti fattori sono stati classificati come fattori di rischio indipendenti per SCD.

Motivi

Cause comuni di morte cardiaca improvvisa: cardiopatia ischemica (oltre l'80% dei casi) e una storia di infarto del miocardio cardiomiopatie dilatazione ipertrofico ventricolo destro aritmogeno malattie genetiche sindrome del QT lungo (LQTS) squadra Brugada tachicardia ventricolare polimorfa dipendente dalle catecolamine (TVCP) fibrillazione ventricolare idiopatica (TIVT) Sindrome di Wolff-Parkinson-White stenosi della valvola aortica prolasso della valvola mitrale partenza anormale delle arterie coronarie ponti muscolari sulle arterie coronarie tetralogia di Fallot tachicardia ventricolare di torsione di punta ("balletto del cuore"). malattia del nodo del seno disturbi della conduzione attraverso il nodo atrioventricolare insufficienza cardiaca congestizia farmaci proaritmici La classe NYHA (III/IV) e la bassa frazione di eiezione ventricolare sinistra (LVEF) aumentano il rischio di gravi aritmie.

Meccanismo

fibrillazione ventricolare (FV) – nel 75% dei casi tachicardia ventricolare (TV) senza polso bradiaritmia tamponamento cardiaco rottura di un aneurisma dell'aorta o di un aneurisma del ventricolo sinistro embolia polmonare

Procedura

Procedure rianimatorie di base e avanzate.

Prevenzione primaria e secondaria

antiaritmici, ad esempio amiodarone, sotalolo beta-bloccanti, ad esempio metoprololo, bisoprololo diuretici, ad esempio indapamide, furosemide medicinali che abbassano il livello dei lipidi nel sangue, ad esempio le statine inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina, ad esempio lisinopril, captopril, enalapril cardioversione elettrostimolazione costante defibrillatore cardioverter impiantabile (ICD)

Vedi anche

arresto cardiaco improvviso

Bibliografia

Malattie interne. Andrzej Szczeklik (a cura di). Cracovia: m