Aquilone (Varsavia)

Article

June 27, 2022

Latawiec - un complesso residenziale nel quartiere Śródmieście di Varsavia, costruito negli anni 1950. Eleonora Sekrecka è stata la principale progettista del complesso architettonico, la cui superficie è di circa 18 ettari. La tenuta era un complemento del distretto residenziale di Marszałkowska ed è anche chiamata MDM III. Alcuni dei suoi elementi si riferiscono allo stile del Rinascimento. La via centrale della tenuta, su cui è stata sistemata una piazza ottagonale, è Wyzwolenia Avenue. La tenuta è stata dichiarata monumento storico.

Storia e caratteristiche

La tenuta fu costruita negli anni 1953–1957 e fu integrata negli anni successivi. Fu edificato sul luogo di edifici quasi completamente distrutti durante la seconda guerra mondiale, sul cosiddetto Asse Stanisławów. Sono considerati parte del distretto residenziale di Marszałkowska (MDM) e sono indicati come MDM III. La tenuta si trova tra piazza Na Rozdrożu, Trasa Łazienkowska (Al. Armii Ludowej) e le vie Marszałkowska, Mokotowska e Koszykowa, all'interno dell'area del sistema informativo municipale Śródmieście Południowy. La sua superficie è di circa 18 ettari. È costruito su una pianta pentagonale, a forma di aquilone, da cui il nome. L'autrice del progetto è stata Eleonora Sekrecka in collaborazione con Stanisław Jankowski, Jan Knothe e Zygmunt Stępiński dello studio Miastoprojekt Stolica. La squadra è stata integrata, tra gli altri architetti: Burdyńska, Idzikowski, Jarczewski, Jezierski, Stanisławski, Szulecka, Teitelbaum, Thor e Załęski. L'ispirazione è stata l'architettura del Rinascimento francese, in particolare la piazza dei Vosgi di Parigi. Gli obiettivi del progetto erano di ricreare un frammento del sistema dell'Asse Stanisławów e di collegarlo con le vicine aree verdi: i parchi Ujazdowski e Łazienki e il Giardino Botanico. Przedsiębiorstwo Budownictwa Miejskiego MDM era responsabile della costruzione della tenuta. Gli edifici hanno sei o sette piani. Sullo sfondo dei complessi residenziali costruiti in quel momento, gli appartamenti erano più alti e più grandi. Erano dotati di mobili da incasso e vani portaoggetti. I pavimenti erano in rovere o faggio. Nonostante Latawiec sia stata costruita da Zakład Osiedli Robotniczych (ZOR), in pratica era destinata principalmente a personaggi illustri: dirigenti, dipendenti legati al partito al governo e direttori di imprese statali. Sono stati costruiti un totale di 2.794 appartamenti. La maggior parte della tenuta era pronta a trasferirsi già nel 1955, ma fino al 1957 erano ancora in corso lavori di finitura, tra cui con intonacatura della facciata e posa di pavimenti. L'ultimo edificio progettato da Sekrecka fu commissionato nel 1962. Nel 1960, Zofia Fafius costruì altri due edifici residenziali sul lato di piazza Na Rozdrożu. Furono eretti sulla pianta di una sezione di un cerchio e in essi furono progettati appartamenti di rappresentanza. C'è un asilo e due scuole nella tenuta. Ai piani terra di alcuni fabbricati sono previsti locali di servizio e commerciali, soprattutto lungo ul. Marszałkowska. Nelle vicinanze di piazza Zbawiciela c'era la tavola calda "Salus", che all'epoca della sua apertura era l'unica struttura a Varsavia con un menu per le persone che seguivano determinati tipi di diete salutari. Qui è stato aperto un cinema a due sale "Luna" (ce n'era un altro nei progetti non realizzati) e qui ha trovato sede il teatro dei burattini "Guliwer". A parte il secondo cinema, il previsto teatro dell'esercito polacco in piazza Na Rozdrożu, due asili nido aggiuntivi, tre edifici residenziali e un dormitorio non furono mai realizzati. Le sculture progettate nello Studio di Belle Arti in ul. Lwowska, che dovevano decorare la piazza principale della tenuta. Fino alla seconda metà degli anni '60, gli edifici furono completati da case popolari prebelliche. Ci sono 14 rifugi antiaerei nel seminterrato degli edifici.

L'architettura e la sua critica

L'architettura della tenuta differisce in una certa misura dal resto del distretto di Marszałkowska di Miesz