ossicini uditivi

Article

August 15, 2022

Ossicoli uditivi (caviglie uditive, latino ossicula auditus) - le ossa più piccole dell'orecchio medio e parte delle ossa dei mammiferi. Mediano la trasmissione di stimoli sonori dal mondo esterno al sistema nervoso. Sono costituiti da un martello (malleo), un'incudine (incudine) e una staffa. Il martello da un lato si collega al timpano, e dall'altro lato si collega all'incudine, e l'incudine si collega alla staffa dall'altro lato, e questa a sua volta si collega alla membrana della finestra ovale. Il loro compito è rafforzare le vibrazioni del timpano e condurle all'orecchio interno attraverso la finestra ovale. L'amplificazione è ottenuta dal fatto che la superficie del martello che unisce la membrana è maggiore di quella della staffa, creando un ingranaggio di rinforzo (fino a circa 33 dB). Anche due muscoli svolgono un ruolo importante qui: il muscolo tensore del timpano, che, quando rilassato, indebolisce le vibrazioni di suoni troppo forti, e il muscolo della staffa, che contraendosi riduce le oscillazioni degli ossicini e delle membrane, che riduce l'intensità del suono . Queste sono le uniche ossa che non cambiano le loro dimensioni per tutta la vita (si formano finalmente alla nascita). Nel periodo prenatale, gli ossicini uditivi si sviluppano al di fuori della "zona del cranio" (dagli archi branchiali), proprio come nei pesci le caviglie che sostengono le branchie. Negli esseri umani, si spostano verso il centro (interno) della testa per diventare alla fine parte dell'apparecchio acustico.

Bibliografia

Stanisław Iwankiewicz: Otorinolaringoiatria: un libro di testo per studenti di medicina e odontoiatria. Varsavia: Past. Dipartimento di editoria medica, 1984, pp. 19, 29-30. ISBN 83-200-0801-8.