Donna

Article

February 2, 2023

Femmina - esemplare femminile sessualmente maturo del genere Homo. In biologia, si presume che le differenze nel genotipo di una donna e di un uomo determinino il dimorfismo sessuale di un uomo.

Etimologia

La parola donna apparve nel XVI secolo. Gli etimologi propongono almeno 20 diverse spiegazioni per la sua origine. L'etimologo polacco Aleksander Brückner lo fa derivare dalla parola kob, che significa porcile, trogolo. Una donna, nel senso originale, è colei che serve l'abbeveratoio, si occupa del porcile. La parola aveva un significato peggiorativo ed era considerata un insulto. In senso neutro, la parola iniziò ad essere usata solo alla fine del XVIII secolo.

Anatomia di una donna

Di norma, le femmine hanno due cromosomi X e i maschi hanno un cromosoma X e uno Y. Durante lo sviluppo fetale iniziale, gli embrioni di entrambi i sessi appaiono sessualmente neutri fino a circa la settimana 7. Successivamente, se il feto ha ricevuto un cromosoma Y dal padre, normalmente si svilupperà in un maschio a causa degli effetti del testosterone. Se un feto ha ricevuto un cromosoma X dal padre, si sviluppa come femmina a causa dell'esposizione agli estrogeni. Circa una donna su mille nasce con tre cromosomi X, nota come trisomia X. Le ovaie, oltre alla loro funzione regolatrice di produrre ormoni, producono gameti femminili chiamati ovociti, che possono poi essere fecondati dai gameti maschili (sperma). L'utero è un organo la cui funzione è quella di proteggere e nutrire il feto in via di sviluppo. La vagina viene utilizzata per l'accoppiamento e la gravidanza. La vulva, o genitali femminili esterni, è costituita dall'apertura vaginale, dalle labbra, dal clitoride e dall'uretra. Le ghiandole mammarie si sono evolute dalle ghiandole sudoripare e sono utilizzate per produrre il latte, la caratteristica più distintiva dei mammiferi. Le femmine mature hanno seni più grandi della maggior parte degli altri mammiferi; questa valorizzazione del seno, che non è necessaria per la produzione del latte, è considerata almeno in parte il risultato della selezione naturale. Le differenze nella struttura anatomica tra una donna e un uomo non riguardano solo gli organi riproduttivi, ma anche la forma del corpo: L'altezza e il peso medi delle donne sono inferiori a quelli degli uomini. La dimensione del cervello delle donne e il loro coefficiente di encefalizzazione sono relativamente inferiori a quelli degli uomini, il che era alla base dell'ipotesi che il QI medio delle donne fosse inferiore a quello degli uomini. Tuttavia, gli studi indicano che il riferimento alle differenze nel coefficiente di encefalizzazione è ingiustificato, in quanto le differenze nel peso corporeo medio di donne e uomini e differenze significative nel contenuto medio di grasso corporeo (25-31% per le donne e 18-25% per gli uomini) rendono impossibile stimarlo correttamente.Il QI dipende da molti altri fattori (ad esempio ambientali) oltre alla semplice dimensione del cervello stesso. Le donne hanno i peli della pelle più fini e meno intensi. Il bacino di una donna è proporzionalmente più largo di quello di un uomo, il che consente la gravidanza e il parto. Nelle donne, il rapporto 2D:4D è solitamente più alto che negli uomini.

Transgenderismo femminile

Alle donne trans viene assegnato un genere maschile alla nascita che non corrisponde alla loro identità di genere, mentre le donne intersessuali possono avere caratteristiche di genere che non corrispondono alle percezioni tipiche della biologia femminile.

Salute delle donne

Ci sono alcune malattie che colpiscono principalmente le donne, come il lupus. Ci sono anche alcune malattie legate al sesso che sono molto più comuni o esclusive nelle donne, come il cancro al seno, il cancro del collo dell'utero o il cancro alle ovaie. Uomini e donne possono avere sintomi diversi di queste malattie e possono rispondere in modo diverso al trattamento. Il campo della medicina che si occupa della struttura, delle attività e delle malattie dell'organo riproduttivo femminile è la ginecologia.

Violenza contro le donne