olandese

Article

January 31, 2023

Lingua olandese (olandese Het Nederlands), lingua olandese, lingua fiamminga - una lingua indoeuropea del ramo occidentale all'interno delle lingue germaniche. È parlato da circa 27 milioni di persone, di cui 23 milioni sono la lingua madre (prima) o lingua della letteratura e della cultura, e altri 4 milioni sono la seconda lingua. La maggior parte dei parlanti di questa lingua vive nell'Europa occidentale. L'olandese è una lingua ufficiale nei Paesi Bassi e in Belgio (nella regione fiamminga e nella regione di Bruxelles-Capitale) e al di fuori dell'Europa in Suriname e nelle ex Antille olandesi, ovvero Bonaire, Curaçao, Sabie, Sint Eustatius, Sint Maarten e Aruba. L'olandese è strettamente correlato al tedesco e all'inglese. Le lingue minori strettamente imparentate con l'olandese sono l'afrikaans (considerato la varietà locale dell'olandese fino al 1925) e il frisone (in misura minore, poiché non è una lingua della bassa Franconia).

Nome

Fino agli anni '70, la letteratura polacca usava il termine "olandese" per descrivere la lingua usata nei Paesi Bassi e "fiammingo" per descrivere la varietà belga. A volte, in modo un po' confuso, il nome "olandese" si riferiva alla lingua ufficiale di entrambi i paesi. Dagli anni '80, a causa della firma di un accordo sull'unione linguistica (Nederlandse Taalunie) tra i due paesi per quanto riguarda la regolamentazione di una lingua standard comune, le pubblicazioni polacche utilizzano il nome "olandese" (fiammingo + olandese olandese). Nonostante l'accordo firmato, gli standard linguistici utilizzati in entrambi i paesi mostrano ancora alcune differenze, sia in termini di grammatica che di dizionario. PWN still (2010) pubblica libri di testo e frasari nella lingua descritta come "fiamminga".

Classificazione

Classificazione genetica

L'olandese è parlato da circa 23 milioni di persone, che è più di tutte le lingue germaniche del nord messe insieme (svedese - 10 milioni di parlanti, norvegese - 5 milioni, danese - 5 milioni, islandese - 310 mila, faroese - 80 mila). Come l'inglese e il tedesco, l'olandese appartiene al gruppo delle lingue germaniche occidentali. La forma attuale e la specificità della lingua derivano dal suo background della Bassa Franconia. I Franchi, una tribù germanica che viveva nel delta del Reno, della Mosa e della Schelda, e in misura minore altre tribù ad essi imparentate, i Frisoni e i Sassoni, che vivevano a est dell'IJssel, lasciarono il segno più forte sui successivi olandesi linguaggio. Pertanto, oggi il grado di parentela olandese e tedesco è relativamente alto. Insieme al tedesco alto e basso (che non sono basati sul basso francone), l'olandese appartiene al ramo linguistico continentale germanico occidentale. L'olandese e il basso tedesco condividono alcune caratteristiche dei rami linguistici ingweoniani (anglofris). Tuttavia, non è un tipico rappresentante di loro, poiché le caratteristiche dei primi anglofris non appaiono nella lingua standard, ma principalmente nel dialetto fiammingo occidentale.

Classificazione strutturale (tipologia)

criterio fonologico e fonetico: lingua moderatamente ricca di fonemi (come la maggior parte delle lingue europee); con un accento dinamico (espiratorio), foneticamente mobile, morfologicamente costante criterio morfologico: linguaggio altamente isolante; caratterizzato da inflessione non molto estesa; poche alternative criterio sintattico: linguaggio posizionale; con l'ordine SVO dominante nella frase principale, l'ordine nella subordinata può essere diverso da quello della frase principale; si applica l'ordine V2 - una forma diversa del verbo appare sempre al secondo posto nella frase

Occorrenza di

L'olandese è parlato principalmente dai residenti dei Paesi Bassi, del Belgio (Comunità fiamminga del Belgio) e del Suriname, nonché ad Aruba (parte del