Francisco Goya

Article

June 27, 2022

Francisco José de Goya y Lucientes (nato il 30 marzo 1746 a Fuendetodos, morto il 16 aprile 1828 a Bordeaux) - Pittore, grafico e disegnatore spagnolo del periodo romantico, pittore di corte di Carlo III di Borbone, Carlo IV di Borbone e Ferdinando VII di Borbone , ritrattista e pittore scene di genere. Considerato uno degli artisti più eccezionali e originali a cavallo tra il XVIII e il XIX secolo. La carriera artistica di Goya si estende all'incirca tra il 1771, quando dipinse il suo primo affresco nella Basilica del Pilar a Saragozza, e il 1827, quando fu realizzata una delle sue ultime opere, La lattaia di Bordeaux. Durante più di mezzo secolo della sua attività professionale, sono stati creati circa 700 dipinti, 280 stampe e circa mille disegni. Lavorando sul suo stile unico, Goya si è evoluto dal barocco e dal rococò, che permeano i suoi primi affreschi e arazzi, attraverso l'accademismo neoclassico, al preromanticismo e al pre-impressionismo visibili nei suoi ultimi dipinti e stampe. Il risultato della liberazione dai principi classici e il culmine dell'espressione artistica è una serie di dipinti neri. L'argomento che tocca è molto ampio, tra cui: ritratti, scene di genere (caccia, scene popolari, vizi della società, violenza, streghe e stregoneria), dipinti storici e religiosi e nature morte. Per quanto riguarda il numero delle opere e la loro qualità, particolarmente importante è la collezione conservata al Museo del Prado di Madrid. L'artista è anche ampiamente rappresentato in vari musei del mondo, soprattutto attraverso i suoi ritratti. Le sue opere possono essere viste alla National Gallery di Londra, al Metropolitan Museum of Art di New York, alla Galleria degli Uffizi a Firenze, all'Old Pinakothek di Monaco e molti altri.

Curriculum vitae

Origine

Nacque nel piccolo villaggio di Fuendetodos in Aragona, nel nord della Spagna, nonostante la sua famiglia vivesse stabilmente a Saragozza. Era il figlio di Braulio José Goya y Franque e Gracia Lucientes Salvador. Il padre di origini basche era un doratore; il suo compito era quello di rivestire con dorature cornici, decorazioni di chiese e mobili. La madre proveniva da una famiglia nobile spagnola impoverita. Il nonno di Goya era un notaio della città, che ha dato a tutta la famiglia una posizione di classe medio-bassa e ha permesso una migliore educazione della prole. Il futuro pittore fu battezzato con i nomi Francisco José. Era il quarto di sei figli; aveva tre fratelli e due sorelle. Il fratello Tomás ha assunto la professione di suo padre e Camillo è diventato sacerdote. A Fuendetodos, dove la famiglia risiedeva temporaneamente (probabilmente per lavoro del padre), vivevano nella modesta casa di famiglia di sua madre, i resti di una tenuta fondiaria. Dopo un breve soggiorno a Fuendetodos, che coincise con la nascita di Goya, la famiglia tornò a Saragozza, dove l'artista trascorse la sua infanzia.

Anni di studio

Studiare in Spagna

Dal 1756 frequentò una delle scuole libere scolopiche (Escuelas Pías de San Antón), fondata nel XVII secolo da S. Józef Kalasanty. Lì incontrò Martín Zapater, che rimase suo amico fino alla fine della sua vita. L'abbondante corrispondenza di Goya con Zapater (131 lettere scritte tra il 1755-1801), che è sopravvissuta fino ad oggi, è un'importante fonte di conoscenza del pittore e della sua epoca. All'età di soli 13 anni, iniziò a studiare nello studio del pittore locale José Luzán (1710-1785), che incontrò il padre di Goya attraverso i suoi fratelli orafi. Luzán, che in precedenza aveva vissuto in Italia, aderì allo stile barocco napoletano e alle opere di Luca Giordana. Durante quattro anni nello studio di Luzan Goy, apprese le regole del disegno e delle tecniche pittoriche, e fece numerose copie delle incisioni dalla collezione del maestro. Per due volte (nel 1763 e nel 1766), ma senza successo, tentò di entrare alla Royal Academy of Fine Arts di St. Ferdinando a Madrid. Negli anni 1762-1763, commissionato da pro