Enciclopedia

Article

June 27, 2022

Enciclopedia (enciclopedia latina con stgr. Ἐνκύκλιos, enkýklios "creare un cerchio" + stgr. Παιδεία, paideía "educazione") - un compendio di conoscenza scritto sotto forma di una raccolta di articoli principali, composto da voci (parole chiave) e testi esplicativi (contenente informazioni su queste password). Le password sono organizzate in un ordine logico, solitamente alfabetico, in modo da poter trovare rapidamente le informazioni giuste. L'enciclopedia può essere universale, cioè cercare di catturare tutta la conoscenza umana (es. la Grande Enciclopedia Universale PWN), o specializzata in un campo specifico (es. PWM Music Encyclopedia, Book Knowledge Encyclopedia, Krakow Encyclopedia).

Storia

Si presume spesso che l'idea di un libro costituito da un elenco di voci in ordine alfabetico con una spiegazione esauriente del loro significato provenga da John Harris, che pubblicò il suo Lexicon technicum nel 1704, sebbene usasse per la prima volta il termine enciclopedia per significare " tutta la conoscenza" nel 1532 François Rabelais. Nel titolo dell'opera, l'enciclopedia apparve nel 1559 nell'opera dell'umanista croato Pavao Skalic (Encyclopaediae seu orbis disciplinarum tam sacrarum quam profanarum epistemon). Le opere enciclopediche sono apparse duemila anni fa e sono state create nei secoli seguenti: Marco Terenzio Varrone - Disciplinarum libri IX (ca. 50 a.C.) Plinio il Vecchio - Storia naturale (Historia naturalis) (I secolo) Panorama imperiale (皇 覽 Huanglan) (Cina, 220 ca.) Nonio Marcello - De compendiosa doctrina (prima metà del IV secolo) Marcjanus Kapella - De nuptiis Philologiae et Mercuri (tra 410 e 439) Isidoro di Siviglia - Etymologiarum seu originum libri XX (inizio VII secolo) Al-Jahiz - Il Libro degli Animali (Kitab al-Khaivan) (paesi arabi, IX secolo) Semadeva (India, XII secolo) Hemadri (India, XIII secolo) Vincenzo di Beauvais - Lo specchio più grande (Speculum maius), XIII secolo Brunetto Latini - Tesoro della conoscenza (Li livres dou Tresor), XIII secolo

Enciclopedie famose

La prima enciclopedia universale fu l'Enciclopedia francese, a cura di Jean d'Alembert e Denis Diderot. Questa enciclopedia è stata completata nel 1772. Aveva 28 volumi, 71.818 articoli e 2.885 illustrazioni. I suoi coautori sono spesso indicati come il circolo degli enciclopedisti francesi, molti dei quali in seguito divennero co-organizzatori della Grande Rivoluzione Francese. L'Enciclopedia Britannica iniziò a essere scritta parallelamente all'enciclopedia francese, la cui prima edizione in tre volumi fu pubblicata negli anni 1768-1771. Nel 2004, la versione completa dell'Enciclopedia Britannica conteneva circa 120.000 articoli, per un totale di circa 44 milioni di parole. Attualmente è la più grande casa editrice del suo genere al mondo, con 32 volumi (17 Macropaedia, 12 Micropaedia, 1 Propaedia e 2 Index). Le enciclopedie Brockhaus sono molto apprezzate nell'area di lingua tedesca. In Polonia, PWN domina da decenni il mercato dell'editoria enciclopedica.

Enciclopedie digitali

L'enciclopedia è una fonte di conoscenza molto conveniente che può essere implementata in forma digitale. Di conseguenza, la stragrande maggioranza degli editori enciclopedici sta passando dalle versioni cartacee alle versioni distribuite su CD-ROM, altri supporti o disponibili via Internet. Un ulteriore vantaggio di questa forma di distribuzione è la possibilità di aggiungere file multimediali alle password che non è stato possibile trovare nella versione cartacea. In linea di principio, le versioni digitali delle enciclopedie non necessitano più di una disposizione alfabetica delle voci. Solitamente vengono ricercati da vari sistemi di ricerca automatica, in cui spesso è possibile utilizzare metodi di ricerca avanzati con l'ausilio di espressioni complesse (es. congiunzioni o alternative delle parole parola chiave