Biblioteca Nazionale dell'Australia

Article

January 31, 2023

National Library of Australia - Biblioteca nazionale australiana, fondata nel 1960 a Canberra. Il compito della biblioteca è quello di raccogliere, archiviare e condividere (in collaborazione con altre biblioteche) documenti di origine di importanza nazionale relativi all'Australia e agli australiani; possiede la più vasta raccolta di tali documenti al mondo.

Storia

Le origini della National Library of Australia risalgono ai primi anni del Commonwealth of Australia nel 1901, quando l'allora Commonwealth Parliamentary Library serviva sia il Parlamento che il pubblico. A lui furono affidati i compiti di Arthur Wadsworth come direttore. Nel 1927, a causa del trasferimento della capitale da Melbourne a Canberra, fu trasferita anche la Biblioteca Parlamentare. La National Library of Australia è stata istituita nel 1960 ai sensi del National Library Act, che ne definisce il ruolo, la governance collettiva e il quadro finanziario. A quel tempo, la Biblioteca Nazionale era separata dalla Biblioteca Parlamentare. Il 31 marzo 1966, l'ex primo ministro australiano Robert Menzies pose la prima pietra per il nuovo edificio della biblioteca, progettato da Walter Bunning, con 34.000 m² di spazio per ospitare 1 milione di libri e altri materiali della biblioteca. Nel 1968 l'edificio fu completato. A maggio, oltre 1 milione di libri sono stati trasferiti nella nuova sede da varie località di Canberra, una delle più grandi al mondo nel suo genere. Ad agosto, la nuova sede ospitava molte migliaia di opuscoli, 35.000 cartoni di quotidiani attuali, 2.000 raccolte di manoscritti, 170.000 mappe, 400.000 fotografie aeree, 100.000 fotografie, 3.300.000 metri di pellicola e altri oggetti della collezione dell'archivio storico. Il 15 agosto 1968, il primo ministro australiano John Gorton ha aperto il nuovo edificio della Biblioteca Nazionale. L'edificio, descritto dal suo progettista come una creazione contemporanea in stile greco-romano, era lungo 104 m, largo 45,5 m ed era composto da 5 piani. Il suo costo di costruzione è stato di $ 8 milioni. Nel 2001, per celebrare il centenario della Biblioteca, è stato pubblicato Remarkable Occurrences: The National Library of Australia's First 100 Years 1901-2001. Presenta la storia della Biblioteca Nazionale e delle sue collezioni, raccolte nel corso di 100 anni. Il contenuto della pubblicazione è integrato da 270 illustrazioni, per lo più a colori, che accompagnano particolari aspetti della storia della biblioteca e delle collezioni, presentate da importanti studiosi e storici australiani. Il 9 febbraio 2011, Anne-Marie Schwirtlich è stata nominata nuovo direttore generale della National Library of Australia (per un mandato di 5 anni).

Obiettivi

La National Library of Australia è progettata per raccogliere, archiviare e condividere (in collaborazione con altre biblioteche) documenti di origine di importanza nazionale relativi all'Australia e agli australiani, nonché materiale bibliotecario significativo non correlato all'Australia.

Collezioni

La National Library of Australia ha la più grande collezione al mondo di materiale australiano e correlato. Le sue collezioni spaziano dalle prime opere europee sulla Terra Australis (Grande Terra del Sud) alle pubblicazioni più recenti. La collezione comprende tutti i tipi di materiali, come: manoscritti, libri, riviste, dipinti, foto, mappe, spartiti e altro ancora. Le collezioni della biblioteca sono ampiamente disponibili presso la Galleria dei tesori e la Galleria delle mostre. Il programma culturale (rivolto a diverse fasce d'età) comprende anche il cosiddetto tour dietro le quinte, incontri con autori, eventi musicali e proiezioni di film. La collezione è composta da circa 10 milioni di pezzi. Negli anni 2013-2014 sono stati aggiunti 61.900 nuovi elementi.