anarchismo

Article

January 30, 2023

Anarchismo - una dottrina politica e movimento sociale caratterizzato da un'avversione per l'autorità e il rifiuto della proprietà privata e di tutte le forme coercitive di gerarchia. L'anarchismo chiede l'abolizione di uno Stato che considera inutile e dannoso. Ci sono state alcune controversie sulla definizione di anarchismo e quindi sulla sua storia. Un gruppo di studiosi considera l'anarchismo strettamente correlato alla lotta di classe. Altri trovano questa prospettiva troppo ristretta. Mentre il primo gruppo studia l'anarchismo come un fenomeno avvenuto nell'Ottocento, il secondo ne indaga le radici nella storia antica. Murray Bookchin ha descritto la continuazione dell'"eredità della libertà" (cioè dei momenti rivoluzionari) dell'umanità che è esistita nel corso della storia, in contrapposizione all'"eredità del dominio" degli stati, del capitalismo e di altre forme organizzative. Man mano che la definizione viene discussa, la questione se si tratti di una filosofia, di una teoria o di una serie di azioni diventa più complicata. Il professore di filosofia Alejandro de Agosta propone che l'anarchismo sia "una federazione decentralizzata di filosofia, nonché pratiche e modi di vita, forgiata in diverse comunità e confermando una varietà di geostoria".

Etimologia

L'origine etimologica della parola anarchismo deriva dalla parola greca anarchos (greco: ἄναρχος), che consiste nel prefisso an-significato "non" o "senza" e -archos che significa "governante" o "sovrano". Possiamo anche tradurre anarchos come "stato senza governo" o "stato impotente". Il suffisso -ismo denota una corrente ideologica favorevole all'anarchia. L'anarchismo appare in inglese dal 1539 come anarchia e anarchismo dal 1642; entrambi enfatizzavano un senso di disordine. Varie fazioni della Rivoluzione francese hanno descritto i loro oppositori come anarchici, sebbene pochi cosiddetti punti di vista condivisi con gli anarchici successivi. Alcuni dei rivoluzionari del diciannovesimo secolo, come William Godwin (1756-1836) e Wilhelm Weitling (1808-1871), hanno contribuito allo sviluppo dell'ideologia dell'anarchismo di nuova generazione, sebbene non abbiano usato le parole anarchico o anarchismo nelle loro opere . Il primo filosofo politico a definirsi anarchico (francese: anarchico) fu Pierre-Joseph Proudhon (1809-1865), che segnò la nascita formale dell'anarchismo come ideologia a metà del diciannovesimo secolo. Dal 1890 e all'inizio della Francia, il libertarismo è stato spesso usato come sinonimo di anarchismo, e il suo uso come sinonimo è ancora comune al di fuori degli Stati Uniti. D'altra parte, alcuni usano il libertarismo solo in riferimento alla filosofia individualista del libero mercato, riferendosi all'anarchismo del libero mercato come anarchismo libertario. Mentre il termine libertarismo era in gran parte sinonimo di anarchismo, il suo significato è diminuito con l'adozione più ampia da parte di gruppi ideologicamente dissimili, inclusi sia la Nuova Sinistra che i marxisti libertari (che non sono affiliati con i socialisti autoritari o l'avanguardia del partito) così come i liberali estremi ( che si occupa principalmente di libertà civili). In inglese, alcuni anarchici usano il termine socialismo libertario per evitare le connotazioni negative dell'anarchismo e per enfatizzare la sua relazione con il socialismo. In polacco, la parola libertarismo funziona come un termine per l'ideologia del libertarismo, mentre il termine socialismo libertario è tradotto come socialismo libertario. Matthew S. Adams e Carl Levy hanno scritto che l'anarchismo è usato per "descrivere l'ala anti-autoritaria del movimento socialista". Noam Chomsky descrive l'anarchismo, insieme al marxismo libertario, come "l'ala libertaria del socialismo". Daniel Guérin ha scritto: Anche se l'opposizione allo stato ha delle regole