Alaskacefalo

Article

June 29, 2022

Alaskacephale - un genere di dinosauro estinto, marginocefalo della famiglia pachycephalosaurus. L'animale abitava le pendici settentrionali dell'Alaska. North Slope Borrough è stato indicato come luogo tipico. Visse nel tardo Cretaceo, nelle ultime campagne. I suoi fossili (l'olotipo include una scala ossea sinistra incompleta) sono stati trovati nelle rocce della Formazione Prince Creek appartenente al gruppo di Colville. La scoperta è stata descritta nel 2005 da Roland Gangloff e colleghi, nel titolo del suo lavoro menzionando che si trattava del primo pachicefalosaurino dell'Alaska artica. La descrizione mostrava che l'animale aveva caratteristiche inaudite nei pachicefalosauri conosciuti fino ad oggi. Data la povertà dell'olotipo, le caratteristiche diagnostiche del genere e della specie devono necessariamente essere dell'osso squamoso. Aveva due file di tubercoli ossei convergenti verso il piano mediano e divergenti nella direzione opposta. Le basi di detti noduli erano chiaramente poligonali, ed avevano anche vertici prominenti. Il nome generico si riferisce al sito dove sono stati rinvenuti i resti di un tipico esemplare, l'Alaska. La seconda parte del nome generico, cephale, era usata da Sullivan come suffisso spesso usato nei nomi dei pachicefalosauri. Deriva dalla parola greca cephalo, che significa testa. Nel genere si distingue una singola specie di Alaskacephale gangloffi. Commemorando Roland Gangloff, che fu il primo a descrivere il ritrovamento dell'olotipo, Sullivan sottolinea anche il suo contributo all'aumento della conoscenza dei dinosauri della parte artica del continente nordamericano. Il genere appartiene alla famiglia dei pachycephalosaurus. Già lo scopritore del primo reperto postulava di classificarlo in un taxon inferiore all'interno di questa famiglia, il creatore del genere si è discostato da questo. In lavori più recenti, invece, il genere è compreso nella specie Pachycephalosaurini. Inoltre, Evans et al. Nel 2015 definiscono apertamente la tribù Pachycephalosaurini come un clade che include tutti i discendenti dell'ultimo antenato comune di Pachycephalosaurus e Alaskacephale.

Storia

Le ossa di un dinosauro precedentemente sconosciuto sono state scoperte sulle pendici settentrionali delle montagne dell'Alaska, vicino al North Slope Borrough, che in seguito è stato segnalato come un luogo tipico. La scoperta è stata descritta nel 2005 da Roland Gangloff e colleghi, nel titolo del suo lavoro menzionando che si trattava del primo pachicefalosaurino dell'Alaska artica. L'olotipo è stato contrassegnato con UAMAK-493-V-001. Tuttavia, il ricercatore non ha fornito una descrizione formale del nuovo taxon, che è apparso un anno dopo nella revisione di RM Sullivan sui pachicefalosauri.

Costruzione

L'Alaskacephale differiva dai suoi parenti per una doppia fila di noduli sull'osso squamoso. Questi noduli, con una forma poligonale ben definita alla base e un apice prominente, convergevano alla linea del piano mediano. Queste caratteristiche sono state considerate da Sullivan diagnostiche per il nuovo genere Pachycephalosauria. L'osso quadrato sembra essere collegato a una sutura squamosa. Gangloff e altri lo hanno paragonato all'omologo del pachycephalosaurus. Sullivan, invece, fa notare che differisce dallo stato che si trova in tutti gli altri Pachycephalosauridae, in cui ha un fronte triangolare e giace posteriormente-dorsalmente allo squame. Nota inoltre che la sua estremità anteriore è fiancheggiata da due processi dell'osso squamoso, anteriore-ventrale e posteriore-addominale. Non vi è alcun segno di rientranze simili a dita in nessuno dei Pachycephalosauridae e l'intera faccenda è troppo avanti. Sullivan conclude che questa non è una corretta fusione delle ossa, e quindi nega la nozione di cucitura sia nel pachycephalosaurus che nell'Alaskacephale. Piuttosto, il ricercatore vede un residuo di una frattura laterale dell'osso quadrato sotto la giunzione con l'osso squamoso. Allo stesso tempo, mette in guardia dal considerare tale funzionalità come diagnostica.

Tassonomia

Il nome generico si riferisce al luogo dove sono stati ritrovati i resti di un tipico esemplare, ovvero lo stato dell'Alaska. La seconda parte del nome ro