Unione Sovietica

Article

August 16, 2022

Unione Sovietica o Unione Sovietica (russo: Сою́з Сове́тских Социалисти́ческих Респу́блик [СССР], Unione [o Commonwealth] delle Repubbliche Socialiste Sovietiche [URSS o SSSR]; 1991. L'Unione Sovietica era un commonwealth di 15 repubbliche russe autonome, sulla carta Repubblica Socialista Federale come la sottorepubblica più grande e chiaramente dominante. Il grande dominio della Repubblica Sovietica Russa significava che l'Unione Sovietica veniva spesso chiamata "Russia" o "Russia sovietica" in Occidente, sebbene questa designazione non fosse accurata. L'Unione Sovietica emerse all'indomani della prima guerra mondiale, quando il vecchio impero russo crollò durante la rivoluzione russa. Dopo un periodo caotico noto come la guerra civile russa, i bolscevichi di Vladimir Lenin ottennero il potere sulla maggior parte del vecchio impero russo. Dopo la morte di Lenin, il potere alla fine passò a Joseph Stalin, che con la sua economia di comando e metodi brutali riuscì a portare il paese attraverso un'industrializzazione su larga scala, mentre perseguiva una politica estera espansiva. Dopo aver attaccato i.a. Polonia, Finlandia e paesi baltici nel 1939-1940, tuttavia, nel 1941 l'Unione Sovietica fu attaccata dalla Germania, con la quale l'Unione Sovietica aveva un patto di non aggressione e divise la Polonia. Nonostante il fatto che circa 20 milioni di cittadini siano morti durante la seconda guerra mondiale, l'Unione Sovietica è rimasta una delle due superpotenze mondiali e aveva ampliato la sua sfera di potere alla maggior parte dell'Europa orientale, che ora era governata da governi autoritari lealisti sovietici. Il dopoguerra fu segnato dalla Guerra Fredda, una lotta di potere ideologica e politica tra l'Unione Sovietica e molti paesi socialisti da un lato e gli Stati Uniti e molti paesi occidentali dall'altro. Nel corso degli anni '80, è diventato chiaro che il blocco sovietico stava perdendo questa battaglia e quando Mikhail Gorbaciov ha preso il potere in Unione Sovietica nel 1985, è diventato chiaro che erano necessarie riforme fondamentali nella struttura della società. Gorbaciov non riuscì a unire il paese e nel periodo 1990-1991 l'Unione Sovietica si disintegrò. L'Unione Sovietica sotto Stalin è considerata uno stato totalitario e ha compiuto ampi abusi contro i propri cittadini. Milioni di persone furono inviate al campo di concentramento di Gulag, dove centinaia di migliaia di persone morirono di fame e di esaurimento. L'Unione Sovietica ha anche effettuato la pulizia etnica in numerosi paesi europei, specialmente durante e dopo la seconda guerra mondiale. Lo storico norvegese Jens Petter Nielsen stima che il numero di morti sotto Stalin sia di circa 10 milioni di persone.Il sistema sociale sovietico era dominato dal Partito Comunista, un partito che lo considerava basato sui principi marxisti-leninisti. Il Partito Comunista era il partito sostenitore dello stato del paese ed era l'unico partito autorizzato. Il segretario generale del partito era la persona più potente dell'Unione Sovietica e nella maggior parte dell'esistenza dell'Unione aveva molto più potere e influenza del governo e del parlamento. L'Unione Sovietica era la più grande economia pianificata del mondo, in cui tutti gli aspetti della vita economica erano governati centralmente dalla capitale Mosca, anche attraverso i cosiddetti piani quinquennali. Il paese era caratterizzato da poca libertà politica dove, tra l'altro, il KGB monitorava attivamente ampie parti della società. Nel suo periodo di massimo splendore, d'altra parte, il paese aveva un sistema sociale ben sviluppato con un sistema sanitario ben sviluppato e schemi di supporto sociale.

Geografia

Con i suoi 22.402.200 chilometri quadrati, l'Unione Sovietica era lo stato più grande del mondo, coprendo un sesto della terra abitata del mondo. La dimensione della campagna può essere paragonata al Nord America. La parte occidentale dell'Unione Sovietica si trovava in Europa e costituiva circa il 25% dell'area del paese, ed era il centro di gravità culturale ed economico del paese. La parte asiatica dell'Unione Sovietica si estendeva fino all'Oceano Pacifico a est e all'Iran e all'Afghanistan a sud ed era molto più scarsamente popolata della parte europea. Da Kalinin